Il circuito di Zandvoort sogna il ritorno in F1… grazie a Max Verstappen

Il Gran Premio d'Olanda manca in calendario dal 1985

Il circuito di Zandvoort sogna il ritorno in F1… grazie a Max Verstappen

Le ottime prestazioni mostrate in pista dal giovane olandese della Toro Rosso Max Verstappen potrebbero essere il giusto spot per permettere al tracciato di Zandvoort di tornare in F1, ospitando nuovamente il Gran Premio d’Olanda. Un’idea partorita dalla mente del principe Bernardo d’Orange-Nassau, attuale proprietario della storica pista.

Sul circuito di Zandvoort si sono svolte tutte le 30 edizioni delle corsa olandese disputate in F1. L’ultima di queste risale al 1985 e vide il trionfo di Niki Lauda su McLaren (fu l’ultima vittoria del tre volte campione del mondo prima del ritiro, ndr), seguito dal compagno di squadra Alain Prost e dalla Lotus di Ayrton Senna.

Dalla fine dello scorso anno il governo locale ha iniziato a discutere sul ritorno della F1 qui a Zandvoort – ha dichiarato a GPUpdate.net il principe Bernardo – ovviamente sono progetti a lungo termine. Le ottime performance di Verstappen potrebbero accorciare sensibilmente i tempi. Ogni sport ha bisogno di un eroe e in questo momento è lui il nostro riferimento”.

Riportare la F1 nei Paesi Bassi sarebbe molto importante. A Zandvoort disponiamo anche di una stazione ferroviaria. Così avremmo la possibilità di utilizzare sia i treni che gli autobus”.

Piero Ladisa

Segui @PieroLadisa

 

Il circuito di Zandvoort sogna il ritorno in F1… grazie a Max Verstappen
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Si avvicina il ritorno del GP d’Olanda

L'evento si svolgerà a Zandvoort, che dovrebbe firmare entro il prossimo 31/03 un accordo con Liberty Media in vista del 2020. Jan Lammers nominato direttore sportivo della pista olandese
Crescono di giorno in giorno le speranze di un inserimento del Gran Premio di Olanda nel calendario iridato di Formula Uno