Gran Premio d’Italia – Il podio non basta

Kimi secondo, Seb quarto in rimonta: una gara compromessa al via

Gran Premio d’Italia – Il podio non basta

Monza – Non basta il secondo posto di Kimi Raikkonen a lenire la delusione per una gara che poteva risolversi molto meglio per la Scuderia Ferrari, costretti a correre in difesa dopo che un contatto al primo giro ha causato danni alla monoposto di Vettel. Con il solo Raikkonen a fare da punta, e un blistering eccessivo alle gomme posteriori, il poleman di Monza non ha potuto difendere la posizione, mentre il suo compagno ha recuperato bene dal fondo del gruppo. Ma lo splendido pubblico monzese meritava di più.

IL FILM DELLA GARA. Le due SF71H tengono la posizione al via, ma alla Roggia Hamilton tenta un attacco all’esterno; la Ferrari di Seb va in testacoda, l’ala anteriore è danneggiata. La safety car neutralizza la gara e la n.5 va ai box per cambiare gomme (passando alle Soft) e muso. L’incidente viene messo sotto indagine dai commissari, ma senza conseguenze.
Al quarto giro si riparte. Hamilton prende la scia di Kimi e lo passa alla prima staccata, ma già alla seconda Variante la Ferrari restituisce il sorpasso. E allunga. Alle due estremità dello schieramento, le due Rosse girano in tempi identici. Ora si può usare il DRS. Sebastian è 15esimo, nonostante un assetto un po’ compromesso ha passato Hulkenberg e punta Ricciardo. Lo affianca in Parabolica e lo passa in rettilineo.

Un terzo di gara, il distacco fra i due di testa è sempre intorno al secondo, mentre Seb passa Stroll in scia (a 360 all’ora!) e lotta con Perez, sorpassa ed è ottavo.
Alla fine del 20esimo giro Kimi va ai box, mentre Seb passa Sainz. La n.7 riparte con le Soft in quarta posizione. Sebastian ha un po’ di blistering sulle gomme ma riesce lo stesso a passare Ocon, mentre in pista si segnalano gocce di pioggia.

Hamilton va ai box alla fine del 28esimo giro, Kimi resta davanti. L’altra Ferrari spinge al massimo preparando un secondo cambio gomme. Monta un altro set di super-soft per tornare in caccia dalla decima posizione. Davanti, Bottas fa il “tappo” per permettere al compagno di avvicinarsi. Ma deve rientrare anche lui a sedici giri dalla fine. Seb ha passato Perez, adesso è quinto. A dieci giri dalla fine Bottas va lungo in prima variante, dopo un contatto con Verstappen.

Kimi fatica con le gomme, al giro 45 deve cedere la testa della corsa alla prima staccata e pensare a concludere. Seb invece punta a ridurre il distacco da Verstappen, che avrà 5 secondi di penalità per il contatto. Ci riesce, nonostante i danni alla macchina, mentre Kimi vede finalmente il traguardo.

POS
DRIVER
CAR
LAPS
TIME/RETIRED
1
LEWIS
HAMILTON
MERCEDES
53
1:16:54.484
2
KIMI
RÄIKKÖNEN
FERRARI
53
+8.705S
3
VALTTERI
BOTTAS
MERCEDES
53
+14.066S
4
SEBASTIAN
VETTEL
FERRARI
53
+16.151S
5
MAX
VERSTAPPEN
RED BULL RACING TAG HEUER
53
+18.208S
6
ROMAIN
GROSJEAN
HAAS FERRARI
53
+56.320S
7
ESTEBAN
OCON
FORCE INDIA MERCEDES
53
+57.761S
8
SERGIO
PEREZ
FORCE INDIA MERCEDES
53
+58.678S
9
CARLOS
SAINZ
RENAULT
53
+78.140S
10
LANCE
STROLL
WILLIAMS MERCEDES
52
+1 LAP
11
SERGEY
SIROTKIN
WILLIAMS MERCEDES
52
+1 LAP
12
CHARLES
LECLERC
SAUBER FERRARI
52
+1 LAP
13
STOFFEL
VANDOORNE
MCLAREN RENAULT
52
+1 LAP
14
NICO
HULKENBERG
RENAULT
52
+1 LAP
15
PIERRE
GASLY
SCUDERIA TORO ROSSO HONDA
52
+1 LAP
16
MARCUS
ERICSSON
SAUBER FERRARI
52
+1 LAP
17
KEVIN
MAGNUSSEN
HAAS FERRARI
52
+1 LAP
NC
DANIEL
RICCIARDO
RED BULL RACING TAG HEUER
23
DNF
NC
FERNANDO
ALONSO
MCLAREN RENAULT
9
DNF
NC
BRENDON
HARTLEY
SCUDERIA TORO ROSSO HONDA
0
DNF

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati