Gp d’Australia 2005: Fisico contro tutti

Riviviamo l'impresa del pilota romano a 8 anni di distanza

Gp d’Australia 2005: Fisico contro tutti

La stagione 2005 si aprì nel migliore dei modi per l’Italia della Formula 1. E no, non fu una doppietta della Ferrari, o una sua vittoria. No, il Gran Premio d’Australia venne vinto da una Renault, ma alla sua guida c’era Giancarlo Fisichella.

L’inizio della stagione era fissato per domenica 6 Marzo, abbastanza presto rispetto alle date di questi ultimi anni. Notiamo curiosamente che in quell’occasione fece il suo debutto in Formula 1 la Red Bull Racing, come erede della Jaguar: la portarono al debutto David Coulthard e Christian Klien.

Le qualifiche nel 2005 si svolgevano in maniera differente da ora: vi erano due sessioni, in cui ogni pilota aveva esclusivamente un giro veloce. Alla fine delle due sessioni i due tempi erano sommati e il migliore crono otteneva la pole position. Accadde al sabato che mentre si svolgeva la prima sessione arrivò la pioggia sul tracciato, così i piloti che non erano ancora usciti dai box per il loro giro lanciato (l’ordine di uscita era basato sull’ordine di arrivo del Gp del Brasile del 2004) accusarono pesanti ritardi nel migliore dei casi: alcuni rinunciarono al giro, altri andarono a sbattere per l’acqua planning. Fisichella in questa sessione ebbe la fortuna di entrare in pista appena prima che la pioggia arrivasse sul tracciato, così da ottenere il miglior crono. Nella sessione della domenica, invece, il più veloce fu Mark Webber, ma il pilota romano della Renault mantenne la leadership conquistando la pole.

Lo schieramento di partenza era il seguente: Fisichella, Trulli, Webber, Villeneuve, Coulthard, Klien. Con McLaren, Ferrari e Bar relegate dall’ottavo posto in poi, con Alonso addirittura tredicesimo e Schumacher diciottesimo.

Alla domenica le condizioni meteorologiche furono decisamente migliori, e la gara si disputò sull’asciutto. Al via vennero sventolate subito le bandiere gialle, per colpa di Kimi Raikkonen, che aveva involontariamente spento la sua vettura sullo schieramento. Si dovette dunque procedere di nuovo con il giro di ricognizione, diminuendo di una tornata la distanza complessiva della gara. Quando si spensero i semafori Fisichella e Trulli mantennero la loro posizione, mentre Webber, partito male, venne sopravanzato da David Coulthard, che invece azzeccò una straordinaria partenza e si ritrovò al terzo posto. Fisichella rimase al comando fino alla prima sosta, quando viene passato da Barrichello e Alonso, in grande rimonta, ma torna in testa pochi giri dopo, quando anche questi due si fermano per la loro sosta.  Non furono molte le emozioni durante la gara, eccetto per la rimonta di Alonso e Barrichello, ma al 47esimo giro Schumacher in uscita dai box rientrò davanti alla Williams di Heidfeld, e alla curva 5 questi tentò di superare il tedesco, ma venne leggermente stretto sulla destra e finì sull’erba, tagliando una porzione di prato e ripiombando in pista addosso al tedesco, provocando il ritiro di entrambi.

La gara termina con la straordinaria vittoria di Giancarlo Fisichella, con un weekend da 10 e lode. Secondo e terzo arrivarono rispettivamente Barrichello e Alonso, partiti a metà classifica e autori di una splendida rimonta. Quarto arrivò Coulthard, con la nuova RedBull, rivelazione della prima gara. Trulli invece sprofondò in nona posizione dopo la partenza dalla prima fila, e fu un weekend davvero deludente per lui.

Giancarlo Fisichella, conquistò quel 6 Marzo una grande vittoria, meritata dall’inizio alla fine del finesettimana. Speriamo di rivedere presto sul gradino più alto del podio un talento italiano al pari di Giancarlo. Ma intanto… godiamoci l’inizio di un’altra entusiasmante stagione!

Matteo Bramati.

Gp d’Australia 2005: Fisico contro tutti
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Amarcord

Lascia un commento

23 commenti
  1. Gigetto

    12 marzo 2013 at 11:20

    Ha vinto Fisichella? no dai, ditemi che non è vero…non ditemi che Alonso ha vinto i due mondiali con una macchina con cui poteva vincere anche Fisichella…e non ditemi che Alonso si è pure lamentato con la squadra perchè Fisichella non lo lasciava vincere in pace…Ah che grandi mondiali che ha vinto Alonso! Ah che campionissimo!

    • Franz Iacobelli

      12 marzo 2013 at 11:53

      scusa se non sono molto sveglio ma non ho capito cosa intendi! No non ti sto criticando, se ti puoi spiegare meglio

      • Iceman

        12 marzo 2013 at 13:16

        che piloti come Trulli e Fisichella, erano il Massa di turno..

      • Franz Iacobelli

        12 marzo 2013 at 19:32

        già, con la differenza ke pure Massa è un raccomandato, mentre Jarno e Giancarlo no, quindi in Renault l’unico raccomandato era proprio Alonso, in virtù dei suoi mega sponsor e dal Re Juan Carlos!
        E lo dimostra il fatto che per buona parte del 2004 Trulli riuscì a fare meglio di Fernando, ottenendo anche l’unica vittoria del team e 2 pole contro 1 dello Spagnolo e guardacaso però fu appiedato…
        E l’anno dopo con Fisichella uguale, è andato bene alla prima gara e poi mai più…
        Ecco perchè penso che Alonso, per quanto bravo, non è il supercampione che tanto si dice, ma un pilota attorno al quale hanno costruito un’immagine falsata, per pure ragioni commerciali! E non è l’unico, ci sono almeno anche 2 tedeschi…

      • Gigetto

        12 marzo 2013 at 23:07

        Franz, voglio solo dire che Alonso è un buon pilota, costante e con personalità ma privo di quella magia che gli consente di essere un grandissimo. I mondiali che ha vinto e come li ha vinti sono lì a dimostrarlo, gli endorsement di rilievo, gli atteggiamenti che ha sempre avuto nei riguardi dei compagni di squadra, il coinvolgimento in storie poco chiare costituiscono le prove che ha bisogno di tutta una serie di aiutini (leciti e meno) per compensare la mancanza di talento cristallino. Cristallino come quello di Hamilton per esempio.

      • Franz Iacobelli

        13 marzo 2013 at 12:34

        Ok ora ho capito! E sono perfettamente d’accordo con te 🙂

    • giallo81

      12 marzo 2013 at 14:37

      Non sono d’accordo con te, con tutto il rispetto per il pilota italiano.
      Se hai meno soldi del tuo compagno di scuderia ma due coglioni come un mulo alla lunga il tuo talento emerge lo stesso (e se ti bloccano cambi sedile, ricominci da capo e dimostri di saper vincere; schumacher è arrivato in ferrari quando la ferrari era inesistente, hamilton ha scelto mercedes, etc. ).

      Fisichella, Massa, Barrichello, Webber ed altri se la sono scritta loro la propria storia agonistica, se fossero stati dei vincenti li avremmo visti sul gradino + alto del podio.

    • alo

      12 marzo 2013 at 20:28

      Mettere in discussione mla bravura di ALONSO e da ignoranti. Ma sai quando a parlare sono i bimbi come te non fa ne caldo e ne freddo! Lasciamo commentare i grandi, e i grandi hanno gia’ detto la sua lo scorso anno riguardo alle caxxate che hai sparato tu poco prima…

      • AndreaJuventus

        10 giugno 2013 at 15:13

        Io sono ferrarista,Alonso è un grande pilota,però certi bambini che lo difendono a spada tratta sono ridicoli,nel 2005 e 2006 ha avuto un culo grande quanto la Lombardia,in Renault zio Flavio gli ha sempre fatto avere tutto,il talento VERO lo si è visto solo in Ferrari,un po’ tardi secondo me. Forza Ferrari e forza JEV!

    • GianniC

      12 marzo 2013 at 23:38

      ricordo perfettamente quella gara e comunque il testo dell’articolo parla chiaro:

      Fisichella fece una pole con il fondoschiena.

      Alonso da metà schieramento fece una rimonta degna solo di un vero fuoriclasse, e fu l’unco motivo per non addormentarsi alla visione di quel GP.

      Tutto il resto è solo aria fritta di qualche ignobile troll.

  2. Franz Iacobelli

    12 marzo 2013 at 12:01

    Sicuramente di quell’anno non si può dire che fossero “i bei tempi andati”.
    C’era un sistema di qualifiche quasi più stupido di oggi (che infatti durò solo 6 gp), cambi gomme vietati e tante altre regole idiote che invece di aumentare lo spettacolo e diminuire i costi avevano l’effetto contrario. Le gare nel complesso rimanevano noiose e c’erano solo 10 team in griglia, per non parlare del calendario che già iniziava ad “Asiaticizzarsi”, fu proprio quell’anno infatti che debuttò Istambul. E già allora la disposizione delle gare lasciava molto a desiderare.
    Non dimentichiamo inoltre che proprio quell’anno ci fu lo scandalo Michelin a Indy
    Insomma tutto come oggi! Unica piacevole novità: almeno i protagonisti del mondiale erano cambiati dopo 5 anni di monopolio ferrari

  3. Arturo

    12 marzo 2013 at 14:43

    Che errore fu per Fisico! Senza quella vittoria non avrebbe avuto tutti quei guasti in successione e quello stato semi-depressivo. D’altronde Fisichella sapeva che non avrebbe dovuto farlo, l’anno prima Trulli fu cacciato dalla squadra per aver ridimensionato il pilota spagnolo supportato da Telefonica e dal Re di Spagna. Va be’, Alonso è fatto così, non accetta di correre alla pari con un avversario in casa. Nel caso, o scappa o si schianta in fondo al tunnel di Montecarlo.

  4. fire_rs

    12 marzo 2013 at 15:46

    Quelli erano gli anni in cui le auto erano bellissime, niente drs, niente kers, niente gomme di sapone..però ragazzi pensateci bene: quanto erano noiose le gare ? Su 15-16 gare in calendario solo 2-3 si potevano definire un pò divertenti mentre il resto erano di una palla mortale! Io non sto difendendo le scelte discutibili che ultimamente sono state prese (in primis le macchine che sono orrende e il drs)..però io personalmente preferisco le gare di ora a quelle monotone e noiosissime del 2004-2005 ecc..

    TOrnando sull’ articolo, beh che dire, FIsichella è un buon pilota ma nonostante disponesse della macchina migliore (anche se la più veloce quell’ anno era la mclaren che però si rompeva solo a toccarla) ha raccolto ben poco rispetto ad alonso! E non venitemi a dire che è perchè Alonso era la prima guida e veniva favorito, perchè ogni tanto anche lui otteneva qualche pole e podio

    • Franz Iacobelli

      13 marzo 2013 at 12:41

      si dà il caso che quell’anno la Renault R25 era praticamente cucita attorno ad Alonso come un vestito quindi per Giancarlo non andava molto bene!
      Non è un caso se l’anno dopo, quando la R26 fu rivista, Fisico fece risultati migliori del 2005.

  5. GianniC

    12 marzo 2013 at 23:45

    Trulli, Fisichella, Webber, Barrichello e tanti altri, sono tutti grandi amici di Alonso e sanno perfettamente che non possono neanche minimamente competere con il talento dello Spagnolo.

    Lo sa la Ferrari e lo sanno tutti gli addetti ai lavori, tranne i soliti stupidi troll.

    Dimenticavo, lo sanno tutti i compagni che lo Spagnolo ha avuto nel corso della carriera.

    IN TAL SENSO LEGGERE COSA DICONO DI ALONSO I SUOI EX: j.Villeneuve, Trulli, Fisichella, Lewis Hamilton.

    LEGGETE COSA DICONO E POI FATE SILENZIO!!!

    • GianniC

      12 marzo 2013 at 23:46

      …. razza di vigliacchi, ignoranti e stupidi troll!!!!

    • GianniC

      12 marzo 2013 at 23:47

      …………. e gia che ci siete andatevi a leggere cosa votano 9 Team manager su 12, sul conto di Alonso.

    • 91.

      13 marzo 2013 at 11:25

      Dai invitalo pure a casa tua, lo spagnolo, già che ci sei e? Bottiglia di champagne e via..

      Al massimo è proprio alonso che dovrebbe elogiare Hamilton ed altri.

    • Franz Iacobelli

      13 marzo 2013 at 12:39

      e certo perchè secondo te possono andare a dire apertamente “Sì ERAVAMO PENALIZZATI RISPETTO AD ALONSO PERCHE’ IL TEAM VOLEVA PUNTARE SU DI LUI PER I SUOI SPONSOR”? Ma secondo te? solleverebbero un polverone tale che si metterebbero contro mezzo circus e se anche facessero certe dichiarazioni fra qualche anno farebbero un pò la figura dei pirla, come Barrichello quando tornò sull’argomento Austria 2002 (e sinceramente la storia delle minacce alla sua famiglia mi pare davvero una ca***ta)

    • Franz Iacobelli

      13 marzo 2013 at 22:52

      Ahò ma come te permetti? Ma chi ca**o sei te x dì a noi vigliacchi ignoranti e stupidi? Manco avesse parlato il superesperto vero? Sei solo un maleducato, sempre se non nascondi qualcos’altro.
      A morè, datte na calmata sa! Guarda che sei pure denunciabile e spero che qualcuno lo faccia! Non io perchè nun c’ho tempo da perde cò gente come te!

    • Franz Iacobelli

      13 marzo 2013 at 22:54

      E zitto te consiglio de stacce te perchè se insisti a parlà in questo modo allora te denuncio davvero! A parte la figura che ce fai

  6. Micky79

    13 marzo 2013 at 11:45

    Mi manca molto Fisichella!

  7. Franz Iacobelli

    13 marzo 2013 at 12:42

    Giancarlo manca molto pure a me, sia perchè era un buon pilota, ma anche perchè era italiano, e soprattutto Romano e Romanista come me.
    Però il romano che mi manca più di tutti è De Cesaris, anzi IL PILOTA ROMANO ROMANO ANDREA DE CESARIS!!!!! 🙂

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati