GP Cina: confermate due zone DRS

L'aggiunta di una seconda zona favorirà i sorpassi

GP Cina: confermate due zone DRS

La FIA ha confermato l’aggiunta di una seconda zona DRS nel tracciato di Shanghai.

Negli anni precedenti il circuito aveva una sola zona nei quali i piloti potevano aprire l’ala mobile ovvero il rettilineo lungo circa un chilometro fra le curve 13 e 14. Quest’anno, invece, la FIA ha deciso di implementare una seconda zona a un maggior numero di tracciati.

Entrambe le zone a Shanghai avranno singoli punti di rilevamento: il primo in prossimità della curva 12 e il secondo appena prima della curva finale.

La prima zona è la più lunga, 752 metri, ed è qui che vedremo molti sorpassi vista anche la pesante frenata per poi poter affrontare il tornante alla curva 14.

Ricordo, per tutti gli appassionati che ci seguono, l’appuntamento di venerdì 12 aprile alle ore 04:00 (ora italiana) per seguire insieme in diretta la prima sessione di Prove Libere del Gran Premio della Cina.

Gianluca Latina

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

3 commenti
  1. MaxAlonso87

    10 aprile 2013 at 13:49

    Ho la sensazione che quest’anno vedremo parecchie gare con due zone DRS.

    • mattia

      10 aprile 2013 at 15:25

      Meglio così!!
      🙂
      Io liberalizzerei completamente l’uso del DRS sia in prova che in gara…
      Unica restrizione: metterei un divieto soltanto in caso di pista bagnata o scivolosa.
      😉

  2. terzotempo79

    11 aprile 2013 at 09:48

    In questo articolo non c’è scritto qual’è la seconda zona. Immagino sia il rettilineo dei box ma non è scritto….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Tre zone DRS per il GP di Singapore

Sarà possibile usufruire dell'ala mobile anche sul rettifilo che porta da curva 13 a curva 14
I piloti potranno sfruttare tre zone DRS nel Gran Premio di Singapore, quindicesimo appuntamento stagionale del Mondiale 2019 di Formula