Formula 1 | McLaren Indy, Brown rimanda al 2020 un piano full time per la serie statunitese

"Non c'è alcun dubbio sul fatto che gli azionisti vorrebbero un impegno anche in IndyCar", ha dichiarato il CEO di McLaren

Zak Brown pronto a confermare l'impegno della scuderia inglese negli Stati Uniti anche dopo la prossima 500 Miglia di Indianapolis
Formula 1 | McLaren Indy, Brown rimanda al 2020 un piano full time per la serie statunitese

Zak Brown è pronto a spostare l’attenzione della McLaren verso la IndyCar e la 500 Miglia di Indianapolis. In un’intervista rilasciata durante l’ultimo GP di Long Beach, appuntamento a cui il ManageR ha presenziato, il CEO della scuderia di Woking non ha escluso un possibile impegno degli inglesi nella serie americana a partire dalla stagione 2020, purché gli azionisti siano d’accordo e ci sia un piano di sviluppo ben preciso.

La prossima 500 Miglia di Indianapolis, proprio in tal senso, sarà un banco di prova estremamente importante per Bob Fernley e per tutto lo staff della McLaren Indy, visto che gli ingegneri, al contrario di due anni, avranno piena responsabilità in termini di sviluppo e non potranno contare sull’esperienza di Michael Andretti,

“Non c’è alcun dubbio sul fatto che gli azionisti vorrebbero un impegno anche in IndyCar”, ha dichiarato il CEO di McLaren, Zak Brown. “Penso che la cosa sia qualcosa in più di una semplice idea”.

Sull’impegno della squadra nella prossima Indy 500 ha aggiunto: “Gil è in Cina, ma non appena torna cercherà di focalizzarsi unicamente su Indianapolis. Nel 2017 è stato semplice Michael poteva contare su un sacco d’esperienza e l’intero lavoro di sviluppo è toccato sulle sue spalle, mentre quest’anno sarà un’avventura differente”.

Conclusione infine su un possibile impegno futuro: “Come ho detto, McLaren vorrebbe correre in Indycar. Siamo totalmente concentrati sulla Formula 1, ma se dovessimo spostare la nostra attenzione, direi che il target sarebbe il 2020 o il 2021”.

Formula 1 | McLaren Indy, Brown rimanda al 2020 un piano full time per la serie statunitese
1 (20%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati