Formula 1 | Liberty Media pensa ad una seconda gara in Cina per aumentare gli impegni in Asia

Si valuta un appuntamento in un'altra metropoli cinese

Liberty Media pronta ad espandere gli interessi economici della Formula 1 in Asia, con Pechino e Hong Kong pronte ad affiancarsi all'appuntamento che si tiene allo Shanghai International Circuit
Formula 1 | Liberty Media pensa ad una seconda gara in Cina per aumentare gli impegni in Asia

Clamorosa indiscrezione che arriva dal paddock di Suzuka: Liberty Media starebbe pensando ad una seconda gara in Cina per aumentare gli impegni in Asia. L’addio della Malesia, infatti, lascia un vuoto importante all’interno del calendario e nonostante le parole di un rappresentate di Sepang (il nostro addio potrebbe non essere definitivo.ndr), Chase Carey starebbe valutando delle alternative già a partire dal 2019.

Sul tavolo della società americana ci sarebbe infatti la proposta di un secondo Gran Premio in Cina, precisamente a Pechino: l’idea sarebbe quella di creare un tracciato cittadino, magari da correre in condizioni notturne, così da aumentare l’impegno delle squadre in Asia.

Lo stesso Manager ha confermato la cosa, sottolineando come l’obiettivo di Liberty Media sia portare allungare l’attuale calendario fino a venticinque gare. Si sta inoltre valutando un possibile Gran Premio in Vietnam.

“La Malesia ha certamente lasciato un vuoto e stiamo valutando dei nuovi appuntamenti in Asia”, ha dichiarato Sean Bratches sui piani futuri di Liberty Media. “Abbiamo alcune idee e diverse proposte ci sono giunte nelle ultime settimane. Penso prenderemo una decisione quando avremo un’idea chiara su cosa fare”.

Sul resto del calendario ha aggiunto: “Attualmente ci sono in programma ventuno GP per il 2018, ma come sapete bene il nostro obiettivo è portare questo numero a venticinque. Lo spazio per nuovi appuntamenti non manca”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati