Formula 1 | GP Spagna, Ricciardo carico: “Barcellona è sempre un bellissimo evento”

Hulkenberg: "Il Montmelò è un tracciato che conosciamo tutti molto bene"

Ricciardo e Hulkenberg sono pronti a riscattarsi dopo il pesante passaggio a vuoto di Baku
Formula 1 | GP Spagna, Ricciardo carico: “Barcellona è sempre un bellissimo evento”

Tutto pronto in casa Renault per il prossimo Gran Premio di Spagna, quinto appuntamento di questo mondiale 2019 di Formula 1.

Dopo il pesante e sorprendente passaggio a vuoto di Baku, con entrambe le vetture fuori dalla zona punti, Ricciardo e Hulkenberg sono pronti a riscattarsi in un fine settimana fondamentale per il proseguo della stagione, visto che la scuderia francese dovrà agganciare il treno composto da Alfa Romeo Racing e McLaren per il quarto posto nella classifica costruttori.

“Anno dopo anno accumuliamo molti giri a Barcellona”, ha dichiarato il tedesco della Renault. “Questo è un posto che conosciamo tutti molto bene. Apprezzo le sue curve veloci, in particolare la 3 e la 10, e questo richiede una buona preparazione fisica. Di solito noi piloti soffriamo di dolori al collo dopo aver concluso la gara”.

Sul confronto con i test di febbraio ha aggiunto: “Abbiamo effettuato delle simulazioni all’inizio dell’anno, raccogliendo diversi dati produttivi. Faremo affidamento sulle nostre conoscenze per ottenere dei buoni risultati durante il fine settimana”.

Qui invece le valutazioni di Daniel Ricciardo: “Il Gran Premio di Spagna è sempre un bellissimo evento della stagione, visto che parliamo del primo round in Europa. Barcellona è un circuito divertente che tutti quanti conosciamo, visto che durante gli anni abbiamo effettuato molti test. Personalmente è una pista che ho sempre amato durante la mia carriera, dato che ci ho vinto in Formula Renault 3.5 e sono salito sul podio negli ultimi anni”.

Sul week-end ha dichiarato: “Puntiamo a un fine settimana lineare, con l’obiettivo di conquistare dei buoni punti nel corso della gara di domenica”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati