Formula 1 | GP Azerbaijan, qualifiche a due facce per la Ferrari a Baku

Vettel terzo, Leclerc solo nono

Leclerc ha commesso un brutto errore in Q2, compromettendo il proprio risultato dopo un week-end assolutamente positivo
Formula 1 | GP Azerbaijan, qualifiche a due facce per la Ferrari a Baku

Le due SF90 della Scuderia Ferrari Mission Winnow prenderanno il via dalla seconda e dalla quinta fila nel Gran Premio dell’Azerbaigian che scatterà domani alle 16.10 (14.10 CET).

Q1. Nella prima parte della qualifica i piloti non hanno avuto problemi a passare il turno effettuando tre giri veloci ciascuno con un unico treno di gomme morbide: Charles ha ottenuto inizialmente 1’42”652, migliorato di oltre un secondo nel giro lanciato successivo, quando ha fermato i cronometri a 1’41”426. Sebastian ha invece dovuto abortire il primo tentativo a causa di una bandiera gialla nel primo settore, ottenendo 1’42”348 al secondo e scendendo infine a 1’42”042 prima di rientrare ai box.

Q2. Nella seconda parte della qualifica Leclerc e Vettel sono scesi in pista con gomma media. Al primo tentativo Charles ha ottenuto subito un ottimo 1’41”995, mentre Sebastian è stato autore di una sbavatura e ha fermato i cronometri a 1’43”355. Charles si è lanciato per un nuovo giro veloce ma è finito contro le barriere alla curva 8 dovendo abbandonare la sua SF90 e obbligando la direzione gara ad esporre la bandiera rossa. Alla ripresa della sessione, con l’asfalto che diventava progressivamente più freddo, Sebastian è sceso in pista con gomme soft ottenendo prima 1’42”209 e poi 1’41”889 conquistandosi così il diritto di lottare per la pole position.

Q3. Nei dieci minuti decisivi Sebastian ha effettuato due tentativi ottenendo nel primo il tempo di 1’41”124, poi migliorato fino a 1’40”797 negli ultimi secondi della qualifica. Sebastian scatterà dunque terzo sulla griglia, dietro a Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, mentre Charles, la cui SF90 è nelle mani dei meccanici per le riparazioni, potrà prendere il via dalla nona casella dello schieramento, primo tra i piloti equipaggiati con gomma media. Il tempo ottenuto nel Q2 prima dell’incidente era infatti rimasto il sesto migliore in assoluto, qualificandolo dunque per la fase finale.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati