Formula 1 | Briatore sulle mescole 2019: “E’ un casino totale”

Sulla strategia in qualifica dalla Ferrari ha aggiunto: "Tutti sanno che la pista diventa sempre più veloce a Monaco"

Briatore ha puntato il dito contro le mescole 2019, sottolineando come Pirelli dovrebbe valutare l'introduzione di soli due composti per qualifiche e gara
Formula 1 | Briatore sulle mescole 2019: “E’ un casino totale”

Presente a Monaco nelle vesti di ospite, Flavio Briatore ha espresso una propria valutazione sulla gestione delle mescole attuata da Pirelli in questo 2019, evidenziando come per il futuro si potrebbe valutare l’utilizzo di sole due mescole, una morbida e una dura, per qualifica e gara. L’obiettivo di questa mossa ovviamente sarebbe quello di semplificare la comprensione delle gomme da parte degli appassionati, rimuovendo inoltre un fattore che sta provocando tanti problemi alle squadre, soprattutto alla Ferrari.

“Ci sono diversi tipi di mescole e alcune squadre riescono a capirle, altre no. E’ un casino totale”, ha dichiarato Flavio Briatore durante l’ultimo Gran Premio di Monaco. “Sarebbe meglio confermare per quattro anni una mescola morbida per la qualifica e una più dura per la gara, così da offrire un’opportunità di comprensione alle squadre che non riescono a far lavorare correttamente i pneumatici”.

Sulla strategia adottata in qualifica dalla Ferrari nei confronti di Charles Leclerc ha aggiunto: “Tutti sanno che la pista diventa sempre più veloce a Monaco, visto che anche le Formula 3 riescono a migliorarsi di tre decimi nella stessa sessione. Detto questo, sembra che Ferrari sia arrivata in Formula 1 solo giovedì”.

Formula 1 | Briatore sulle mescole 2019: “E’ un casino totale”
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. Victor61

    29 maggio 2019 at 12:44

    già purtroppo è così….

  2. idrija

    29 maggio 2019 at 20:29

    Purtroppo….

  3. Akhs

    30 maggio 2019 at 12:19

    Lo scorso anno la mercedes, pur avendo fatto un’ottima macchina aveva un problema di surriscaldamento delle mescole, tant’è che per risolvere il problema forò i cerchioni, questa soluzione però apparve non perfettamente in regola, la mercedes quindi decise autonomamente di rinunciare. Chiese però alla Pirelli di abbassare lo spessore del battistrada di 0,4 mm per ovviare all’inconveniente. Questa soluzione permise a mercedes di risolvere i suoi problemi, e li ha scaricati sulle altre scuderie che adesso non riescono a trovare la dritta. Naturalmente anche Ferrari si è trovata in difficoltà, mentre l’anno scorso questi problemi non li aveva, perché la macchina aveva caratteristiche che permettevano di non surruscaldare le gomme.. La conclusione a cui sono arrivato è questa : Ferrari non conta più una mazza! Mercedes invece Si, fa quello che vuole riuscendo con questi trucchi ad avere una macchina performante a discapito degli altri, con il beneplacito della FIA.

  4. Susan

    30 maggio 2019 at 14:44

    Grandeeeeeeeeeeeeee !!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati