attiva


Formula 1 | Alan Permane: “Inaccettabile quanto accaduto a Monza con la Safety Car”

"Non è giusto per i fan, noi siamo qui per dare spettacolo", ha detto il direttore sportivo dell'Alpine

Formula 1 | Alan Permane: “Inaccettabile quanto accaduto a Monza con la Safety Car”

Quanto accaduto a Monza non è andato a giù alla totalità degli appassionati di Formula 1, ma non solo. Molti addetti ai lavori infatti si sono espressi contro la gara finita sotto Safety Car. Per carità, non è un inedito, è successo altre volte nella storia di questo sport, ma è chiaro che ai piloti in primis, quindi ai fan, viene privato uno spettacolo, quello della volata finale e della bandiera a scacchi che vale di fatto il prezzo del biglietto. Per questo motivo crediamo che tutto il Circus ne parlerà nei prossimi mesi per cercare di evitare simili situazioni.

“Ci sarebbero delle conseguenze non intenzionali, ma già l’abbiamo visto a Baku ed è stato divertente – ha detto Alan Permane, direttore sportivo dell’Alpine ad Autosport. Credo si possa aggiungerlo nel regolamento, non mi sembra nulla di pazzesco. Ci sarà sempre qualcosa che non piacerà ad alcuni, ma siamo qui per dare spettacolo e quindi quanto accaduto a Monza non è accettabile. Nessuno vuole finire sotto Safety Car, è una cosa miserabile e brutta per i fan, e certamente non abbiamo fatto del nostro meglio come sport”.

“Non dobbiamo per forza dire che ogni volta che entra una Safety Car a 50 chilometri dal traguardo debba essere esposta la bandiera rossa, magari dovremo assicurarci di eseguire le procedure della SC in maniera corretta e dobbiamo lavorare per renderle più veloci. Il problema sono le macchine doppiate man mano che la Safety Car entra a gara inoltrata, abbiamo avuto discussioni infinite su come migliorare questo tipo di situazione, e ci sono tante conseguenze non intenzionali nel modificare questa procedura”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati