FIA: "Anche la Ferrari al limite del regolamento in passato"

FIA: "Anche la Ferrari al limite del regolamento in passato"

Lunedi' da FIA ha sostenuto le dichiarazioni del capo esecutivo della Williams Adam Parr, secondo il quale la Ferrari ha progettato macchine fuori dal regolamento in passato. Il team manager della scuderia italiana Stefano Domenicali, sopportato dal connazionale Flavio Briatore, ha attaccato Parr a Shangai. Ma lunedi' la Federazione ha detto che durante la seduta di giovedi' scorso della Corte d’Appello la Ferrari ha ammesso di aver commesso “violazioni tecniche” del regolamento in passato.

“La Ferrari ha riconosciuto le manovre tecniche usate in passato da tante squadre, Ferrari inclusa, ed ha argomentato che questi precedenti (inclusi i loro) costituivano violazioni tecniche (del regolamento tecnico) che erano state tollerate,” ha detto la Corte d’Appello.

La FIA ha pubblicato lunedi' il risultato finale della seduta con un documento di 20 pagine, nel quale spiega le ragioni per cui ha dato un parere favorevole ai controversi diffusori della Brawn, Toyota e Williams. Nel documento e' presente una lunga discussione semantica se i buchi presenti nel disegno dei diffusori fossero effettivamente buchi. “Le scuderie che usano i diffusori e la FIA affermano che, nonostante potrebbero esserci spazi tra differenti superfici, le superfici stesse non presentano buchi. Quindi sostengono che gli spazi tra le diverse superfici non sono buchi nel senso specifico della parola,” dice l’articolo 3.12.5.

Inoltre la FIA ha negato il reclamo della Red Bull secondo il quale la Federazione non avrebbe accolto un chiarimento da parte della squadra, nel gennaio del 2007, per utilizzare un concetto similare.

Andre' Cotta

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Parr: “La Red Bull andava sospesa”

L'ex CEO Williams critico con la sanzione blanda del dopo Germania
Adam Parr  è tornato a parlare dell’incidente avvenuto lo scorso Gp di Germania, quando un cameraman presente nella pit-lane è