Ferrari “costretta” a dare le PU alla Red Bull? Quando il giocattolo viene prima dello sport

La Ferrari rischia di andare contro i propri immediati interessi pur di garantire la salute generale della F1

Ferrari “costretta” a dare le PU alla Red Bull? Quando il giocattolo viene prima dello sport

Tra Red Bull e Ferrari andrebbe capito quale delle due si trovi veramente spalle al muro; la Red Bull che è di fatto senza motore per il 2016 o la Ferrari che, “per il bene superiore della F1” e considerata l’irremovibilità del “no” della Mercedes, è di fatto quasi costretta a cedere le proprie PU alla RBR.

Proprio all’indomani del GP di Monza scrissi nel mio editoriale su queste pagine che Marchionne s’era inserito di prepotenza per fornire i motori ai bibitari per evitare di trovarsi a dover fare i conti con una Red Bull spinta da un propulsore Mercedes. Una scelta logica, intelligente, con la Ferrari pronta ad ergersi a vera e propria potenza geopolitica del Circus abbracciando di fatto due realtà enormi, la propria Scuderia e quei “maledetti” ex parvenu fortissimi di Milton Keynes.

Il passo indietro della Mercedes, però, fa vedere tutta la questione sotto una diversa luce: la Red Bull, infatti, senza PU lascerebbe la F1, lasciando la griglia con diciotto auto. Quando si parla di Red Bull, infatti, va contata anche la Toro Rosso. E l’ingresso di Haas sarebbe solo una piccola panacea per un vero e proprio disastro economico e sportivo.

La F1 perderebbe infatti una delle squadre più famose e vincenti degli ultimi anni, un team e un marchio che a suon di risultati hanno rubato la scena, entrando ormai nell’immaginario collettivo quale sinonimo di velocità, al pari di team ben più blasonati. Una squadra simpatica a molti, tifata in Austria, Inghilterra e Australia, con un pilota russo che parla italiano correntemente e un’altro global-aussie con il sorriso stampato sul volto. In più la tanto odiata Red Bull (dai ferraristi) che infiniti lutti addusse alla Rossa di alonsiana memoria, è sempre in prima linea nel lanciare giovani talenti. Parliamo, insomma, di una realtà importante, su questo non ci piove.

Una realtà che è forse essenziale per la F1, ed ecco perché anche il padre padrone Bernie Ecclestone sta spingendo per una soluzione positiva delle trattative tra Ferrari e la squadra di Mateschitz. Il punto cruciale della questione è che semmai alla Ferrari, egoisticamente e sportivamente parlando, dovrebbe e potrebbe far piacere vedere la Red Bull affondare. Un concorrente in meno in pista e l’acerrimo rivale degli ultimi anni “finalmente” fuori. Out, bye bye.

E’ un discorso cinico, ma nello sport funziona anche così: mors tua, vita mea. D’altronde è la Red Bull ad aver chiuso anticipatamente il rapporto con Renault; Maranello potrebbe benissimo fare spallucce e ti saluto e sono, come d’altronde ha fatto la Mercedes.

Ma la Formula 1, soggiogata dal business e da un fragile equilibrio fatto di patti e contropatti, è un organismo chiuso che spesso si muove in modo monolitico, a differenza ad esempio del calcio, dove c’è guerra di interessi senza esclusione di colpi. Il Circus spesso agisce per mutua assistenza tra gli associati, obbligati a fare quadrato per non far rompere il giocattolo, a costo di rimetterci vittorie e podi. I soldi tanto, bene o male arrivano comunque. A rimetterci semmai sono i tifosi, che difficilmente sceglierebbero di rinforzare una grande rivale.

Antonino Rendina

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

27 commenti
  1. Ric

    23 Settembre 2015 at 13:55

    Ferrari mitica!
    Ora anche altruista

  2. morriss

    morriss

    23 Settembre 2015 at 14:40

    motori ferrari si, motori ferrari no, se ne parlera ancora x molto, di certo alla ferrari hanno i loro buoni motivi x dare a RB i propri motori,magari con l evoluzione precedente ma giustamente i bibitari pagando ed anche tanto non ci starebbero,vedremo come finira di certo onore alla ferrari x aver avvicinato i tedeschi e speriamo di partire alla pari (o giu di li) il prox anno!!!

  3. f1erally

    23 Settembre 2015 at 15:13

    Campionato Mondiale F1 2016

    1° Red Bull-Ferrari
    2° Mercedes-Mercedes
    3° Ferrari-Ferrari

    Campionato Mondiale F1 2017

    1° Red Bull-Ferrari
    2° Mercedes-Mercedes
    3° Ferrari-Ferrari

    Campionato Mondiale F1 2018

    1° Red Bull-Ferrari
    2° Ferrari-Ferrari
    3° Mercedes-Mercedes

    Campionato Mondiale F1 2019

    1° Red Bull-Ferrari
    2° Ferrari-Ferrari
    3° Mercedes-Mercedes

    Campionato Mondiale F1 2020

    1° Red Bull-Ferrari
    2° Ferrari-Ferrari
    3° Mercedes-Mercedes

    • CaralysF1team

      23 Settembre 2015 at 18:07

      perchè ti sei fermato? continua…

    • Gigiocar

      23 Settembre 2015 at 19:58

      sei troppo forte nei pronostici! Grazie, adesso non devo più seguire i campionati, mi basta stampare il tuo commento!

    • Ray74

      23 Settembre 2015 at 20:55

      …nel 2018 arriva Audi ,sveglia!

      • rossodavide

        24 Settembre 2015 at 14:14

        speriamo non metta i motori a gasolio!!

  4. 12cilindri

    23 Settembre 2015 at 15:24

    campionato 2021 sono già in pensione !!

  5. schumy2

    schumy2

    23 Settembre 2015 at 15:33

    Ma non potrebbe dargli motori meno evoluti. Perché dovrebbe dargli le stesse PU ufficiali

    • Gigiocar

      23 Settembre 2015 at 19:59

      L’accordo è quello. Tassi sviluppi anche ai clienti.

  6. schumy2

    schumy2

    23 Settembre 2015 at 15:35

    Come funziona per williams, force india ? Spiegatemelo

  7. shony

    23 Settembre 2015 at 15:42

    Questo è il risultato del pastrocchio chiamato PU, motori costosissimi e complessi. INvece di attirare altri motoristi (Audi, BMW, Porsche) come si credeva, li ha spaventati. Solo la Honda è entrata e abbiamo visto con quali risultati. E la Renault è in grosse difficoltà, lasciando di fatto il campo al duopolio Ferari-Mercedes. COme non pensare al periodo degli aspirati, dove un team poteva scegliere tra Ferrari, Mercedes, BMW,Renault, Peugeot, Ford Cosworth, Toyota…e anni addietro Lamborghini e Alfa Romeo, ognuno con una sua caratteristica ed un suo particolare sound. Il tutto senza pregiudicare le possibilità di ben figurare. Ma i grandi capi sembrano non accorgersene. Com’è possibile che più si vada avanti più sia sempre peggio…

    • aqua

      23 Settembre 2015 at 20:16

      Forse è meglio che facciano un passo indietro e tornino ai motori normali così da attirare altre case

  8. R.B. Pope

    23 Settembre 2015 at 15:58

    Tempo fa tutti sti patemi d’animo non esistevano. Chi era indietro lavorava di più e meglio così da vincere. Tutti hanno paura di competere! Scongelate i test e gli sviluppi. Unica soluzione

  9. pippo

    23 Settembre 2015 at 16:23

    Se RB è una grande squadra dovrebbe trovare una sua soluzione e non rivolgersi agli avversari. I soldi per investire per un motore ci sono, così potrà dimostrare di essere un vero costruttore e non solo un marchio di lattine.

  10. ecgf1

    23 Settembre 2015 at 16:35

    Complimenti, è molto bello questo articolo, giustissima anche la frase finale: “A rimetterci semmai sono i tifosi, che difficilmente sceglierebbero di rinforzare una grande rivale”. In effetti, da tifoso Ferrari, non mi piace l’idea di una Red Bull con motori Ferrari. Se succede, speriamo che non sia almeno un suicidio…

  11. hero

    23 Settembre 2015 at 16:47

    La Ferrari non dovrebbe dare i motori alla Red bull,chi glielo fa fare,ci mettono anni a sviluppare tecnologie necessarie per tornare a vincere spendendo un sacco di soldi e poi dovrebbero aiutare chi un paio di anni fa rideva di loro! Red bull Honda se vogliono,altrimenti a casa…

  12. felicinoss

    23 Settembre 2015 at 18:08

    …beato che sai già tutto…complimenti RDBullista…ridicola e antisportivo il tuo commento, sopratutto antiITALIANO, fossi in te mi vergognerei un po…ma contento te ..contenti tutti, continua così, bravò!

  13. Gigiocar

    23 Settembre 2015 at 20:02

    Comunque chi sviluppa telaio e motore sarà sempre un pelino avanti a chi non sviluppa un motore proprio, vedi Williams con Merc. C’è da dire che red bull progetta telai ed aerodinamica – penso – superiori a tutti.

  14. attilio

    23 Settembre 2015 at 20:23

    io credo che dare la PU alla red bull sia conveniente per la ferrari, in quanto sicuramente la mercedes non vincerebbe più, inoltre vincerebbe sempre un motore ferrari.
    poi se alla ferrari riescono a fare un telaio
    per poter vincere e battere la mercedes sarà anche meglio. però ripeto credo sia un ottimo affare sia per red bull che per ferrari.

  15. cpJack

    23 Settembre 2015 at 22:22

    bhe possono dargli anche la version e 2016 ma le evoluzioni le devono dare dopo 3 mesi di distanza, non esiste che una squadra cncorrente abbia le stesse possibilita’ a meno che in ferrari non sianio sicuri di batterli a parita’ di motore mas ecosi non fosse ? un red truff con motore ferrari che batte la ferrari e’ improponibile

  16. Jess

    23 Settembre 2015 at 23:51

    Il flop della Honda spaventa qualunque motorista, ormai si scappa dalla formula 1 anziché investire per entrarci. Senza motori la redbull chiaramente sparirebbe. Ci starebbe che la Renault, anziché riprendersi la Lotus, comprasse la redbull, ma è fantascienza.
    Finirà che correranno con le PU Ferrari, magari con qualche accordo che nessun tifoso saprà mai per affossare la Mercedes e giocarsi i mondiali tra Rosse e Redbull.
    L’unic cosa da fare per uscire da sto caos è sbloccare gli sviluppi. Ogni motorista deve essere libero di rifare da zero il motore se il progetto è sbagliato!

  17. Jess

    24 Settembre 2015 at 00:08

    O magari gli danno i motori e in cambio si prendono Ricciardo nel 2017…

  18. lor

    24 Settembre 2015 at 07:14

    È molto facile pretendere un motore dagli altri concorrenti per vincere. Fatevelo voi

  19. fa

    24 Settembre 2015 at 09:27

    A mio avviso potrebbero pure dargli i motori a condizione che loro cedano Newey.

  20. attilio

    24 Settembre 2015 at 09:43

    Sicuramente la ferrari saprà ricavare vantaggi da questo accordo, non credo siano così sprovveduti. ma ripeto credo che sia conveniente sia a Ferrari che a Red Bull.
    importante sarà battere il gruppo mercedes.
    e tornare a vincere alla grande già nel 2016.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati