Fernando Alonso: “E’ stato un venerdì molto simile agli altri”

"Siamo un po’ indietro come performance"

Fernando Alonso: “E’ stato un venerdì molto simile agli altri”

Sessione regolare per le due monoposto della Scuderia Ferrari nel primo pomeriggio d’attività sul Buddh International Circuit. Pista asciutta e solita nebbia da smog hanno fatto da contorno ad un intenso programma di prove che ha visto Fernando Alonso e Felipe Massa percorrere rispettivamente 39 e 41 giri. Nella graduatoria finale il pilota spagnolo ha ottenuto il quinto tempo assoluto, girando in 1’26”430, mentre Felipe ha concluso al settimo posto con il crono di 1’26”601.

In mattinata Alonso aveva percorso solo sei giri per noie al cambio. In meno di due ore i tecnici hanno identificato e risolto il problema, permettendo a Fernando di essere regolarmente in pista nel secondo turno di prove libere. Lo spagnolo ha percorso il primo ‘run’ della sessione con gomme Medium, coprendo sette tornate. Dieci i giri compiuti da Massa nei primi trenta minuti di prove, utilizzando la stessa mescola di Fernando. Lo spagnolo è tornato in pista una seconda volta con lo stesso set di pneumatici, coprendo sette tornate ed abbassando il suo crono fino ad 1’27”598.

Lo spagnolo in questa fase ha recuperato parte del lavoro perso nella sessione del mattino. A Metà sessione Alonso è sceso in pista con gomme Soft per la sua simulazione di qualifica, ottenendo il crono di 1’26”430 nel primo giro veloce. Con le stesse coperture Massa aveva ottenuto in precedenza il tempo di 1’26”601 al termine della seconda tornata lanciata. Negli ultimi quaranta minuti della sessione sono state effettuate le tradizionali simulazioni di gara, con Massa ed Alonso che hanno alternato le due mescole di pneumatici a disposizione nel weekend Indiano raccogliendo buoni riscontri con differenti carichi di benzina.

Fernando Alonso: “E’ stato un venerdì molto simile agli altri, ad eccezione di un problema di natura meccanica avuto al mattino che ha ridotto il mio tempo in pista. Fortunatamente questo non ha influito troppo sul programma, che nella prima sessione prevedeva essenzialmente di girare per riprendere confidenza con il tracciato. E’ sempre importante ritrovare il feeling con la pista e soprattutto provare le gomme, qui molto importanti. Anche se ci siamo fatti una prima idea sia del passo gara, sia del degrado degli pneumatici, dobbiamo considerare che rispetto ad oggi le condizioni della pista domenica saranno molto diverse. Qui la situazione non è molto diversa rispetto alle ultime gare, siamo un po’ indietro come performance e domani dobbiamo cercare di ottenere una buona posizione per partire bene in gara e salire sul podio”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

2 commenti
  1. amico di frederick

    25 Ottobre 2013 at 16:22

    ” siamo un po’ indietro come performance…” questo e’ il commento piu’ esatto da cinque anni ad oggi riguardo il livello complessivo della vettura ferrari F1. Sempre meglio del “possiamo migliorare… vedremo…abbiamo alcune novita’ interessanti…la gara si vince alla domenica…ecc…” commenti idioti ai quali ci ha purtroppo da anni abituato il gran signor stefano domenicali.

    • Capitan red

      25 Ottobre 2013 at 23:15

      il team Ferrari è quello che ha contrastato maggiormente legemonia RedBull di questi ultimi anni…se avessimo aspettato i vari McLaren,Mercedes,Lotus,Williams avremmo visto stagioni peggiori di questa.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

L’India vuole ancora la Formula 1!

La Formula 1 potrebbe tornare in India dal 2017
Anche se quella di quest’anno avrebbe dovuto essere l’anno sabbatico del Gran Premio d’India, dopo che la FIA ha stilato