Felipe Massa: “Con il DRS a Valencia ora si potrà superare”

Felipe Massa: “Con il DRS a Valencia ora si potrà superare”

Sono arrivato oggi a Valencia dopo aver passato oltre una settimana a San Paolo, dove ero andato al termine di un Gran Premio del Canada tanto promettente il sabato quanto deludente la domenica. Fortunatamente in una stagione di Formula 1 così piena non si deve aspettare molto tempo per riprovarci ed è questo l’obiettivo che ho per il Gran Premio d’Europa.

Il circuito cittadino di Valencia mi riporta alla mente bei ricordi, legati alla vittoria che conquistai proprio nella prima edizione, nel 2008. Poi dovetti saltare la gara dell’anno seguente ma lo scorso anno fui ancora competitivo fino al ben noto episodio legato alla safety-car. Ci sono quindi buoni motivi per fare un altro bel weekend e le elevate temperature che si prevedono dovrebbero aiutare la 150° Italia a far lavorare bene le gomme.

Una delle critiche che sono state fatte a questo tracciato riguardava la difficoltà di superare altre vetture ma quest’anno, grazie al DRS, la situazione dovrebbe essere diversa, anche perché, come accaduto in Canada, ci saranno due zone in cui il sistema potrà essere attivato. Come sempre, bisognerà cercare la migliore competitività della vettura, altrimenti si rischierà di perdere posizioni: in passato con una vettura più lenta si poteva cercare di fare da tappo e difendersi ad oltranza ma ora ciò non è più possibile.

Un altro fattore interessante saranno le gomme. Qui la Pirelli farà debuttare la Medium mentre la seconda scelta sarà la ormai nota Soft. Abbiamo provato la Medium nei test invernali quando faceva molto più freddo e poi ancora nelle libere del venerdì in Canada, dove però l’asfalto è molto diverso da quello che troveremo a Valencia. Secondo me è una gomma molto simile alla Hard che avevamo all’inizio della stagione: dopo qualche gara la Pirelli aveva deciso di cambiare quest’ultima, rendendola ancora più dura. La squadra ha lavorato tanto per migliorare il comportamento della vettura con gli pneumatici più duri: proveremo ancora una sospensione posteriore modificata, già testata in Canada che dovrebbe andare in questa direzione.

Stiamo per iniziare un periodo molto intenso di questa stagione, con quattro gare in cinque settimane. Siamo stati competitivi in queste ultime due gare ma presto torneremo su piste, come quella di Silverstone, le cui caratteristiche dovrebbero in teoria adattarsi meglio ai nostri avversari, visto che è richiesto maggior carico aerodinamico. Peraltro, abbiamo fatto sicuramente dei progressi su questo fronte da Barcellona in avanti e sarà interessante capire quale sarà la situazione già questo fine settimana. Anche se Valencia è un circuito cittadino che sta in mezzo a quelli di Monaco e Montreal quanto a caratteristiche tecniche, c’è una parte finale ad alta velocità che potrà darci qualche indicazione sui progressi che abbiamo compiuto, già a partire dalle libere di venerdì.

Felipe Massa: “Con il DRS a Valencia ora si potrà superare”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

27 commenti
  1. salvatore

    23 giugno 2011 at 16:16

    quante belle parole per un pilota che ci ha quasi regalato un mondiale, sfiderei chiunque a tornare in macchina dopo un incidente come quello di massao….ma andate a giudicare qualcun’altro, magari avanti ad uno specchio prima di sparlare di massa, io a massa riesco solo a dire grazie, e in bocca al lupo per le prossime prestazioni !

  2. Luca89

    23 giugno 2011 at 16:21

    @Giacomo:

    si ma cavolo, sei alla Ferrari e soprattutto sei nella vita reale.
    Oltre ad essere il lavoro, se vinci un Mondiale con la Ferrari entri nella storia della più prestigiosa scuderia del Mondo.

    Capisco Schumacher che ha infranto tutti i record possibili, ma Massa come fa a non trovare più la motivazione??
    Ad accontentarsi di aver perso un Mondiale dopo aver tagliato la linea del traguardo da vincitore??

    Sei un pilota della Ferrari di F1, solo due persone al Mondo hanno questo onere e onore, non puoi non essere motivato.

  3. r.strauss

    23 giugno 2011 at 16:52

    @Salvatore
    Nessuno lo ha obbligato a rientrare … è il suo lavoro, ed è profumatamente pagato per farlo e non lo sta facendo.

    Eh si Massa sa sorpassare … ma che bufala è … a Montreal è riuscito a cannare anche un sorpasso a un doppiato …

    è inutile Massa è l’erede di Barrichello : senza palle e piagnone.

  4. 27rosso

    23 giugno 2011 at 17:30

    @Luca 89: Sul fatto che la F1 attuale sia vomitevole non ci sono dubbi ma lo è già da un po’ di anni, non dagli ultimi 3. Non rinnego i bei tempi con Shumi: dico solo che bisogna saper soffrire almeno quanto si gioisce e a sentir parlare in questo modo di Massa mi sembra ci siano poche di persone in grado di farlo.

    @Giacomo: “si ma cavolo, sei alla Ferrari…Sei un pilota della Ferrari di F1”: nel 1980 Jody e Gilles erano due “piloti della Ferrari di F1” e occuparono per quasi tutta la stagione le ultime file della griglia. Soprattutto il secondo, non è che fosse un pivellinoeh? Quando non c’e’ il mezzo, non c’è…punto. Uno come Villeneuve (Gilles) vedeva negli scarichi degli avversari una lepre ma in quell’anno dovette affrontare un limite piu’ grande dei suoi pregi: una monoposto indecente, molto simile a quelle degli ultimi 3 anni.

  5. Luca89

    23 giugno 2011 at 19:28

    @27rosso:
    hai risposto a Giacomo ad una cosa che avevo scritto io 🙂

    Comunque dici di Jody e Gilles…beh però loro ce la mettevano tutta immagino (sono troppo giovani, ma soprattutto il secondo, conoscendolo)…

    Invece Massa, rispetto ad Alonso, sembra scarico, boh…è una mia impressione, questo non mi va giù…dovrebbe sbattersi più che può viste anche tutte queste voci di mercato, invece si arrende ad una 150° Italia scarsa…

  6. matteo

    23 giugno 2011 at 22:15

    Felipe Massa:nemmeno con alitalia saresti in grado di sorpassare tu!!!

  7. SEZAR

    24 giugno 2011 at 12:41

    @Salvatore

    Bravo!! Parole onestissime!

    @R.strauss

    Barrichello senza palle e piagnone!? Ahahahahah… Ma che stai dicendo? Un pilota che ha fatto vincere mondiali costruttori, arrivato due volte secondo in classifica mondiale piloti, ha fatto sorpassi stupendi, riuscito a portare alla vittoria del mondiale costruttori anche la BrawnGP che era una scuderia piena d incognite…. E tu lo definisci piagnone senza palle??? Ahahahahahah… L’IGNORANZA FA RIDERE!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati