F2 | Mick Schumacher campione a Sakhir: trionfo per la FDA

Mick Schumacher è il secondo pilota di FDA a vincere il titolo di Formula 2 dopo Charles Leclerc nel 2017

Mick Schumacher vince il titolo di Formula 2 davanti a Callum Ilott
F2 | Mick Schumacher campione a Sakhir: trionfo per la FDA

Mick Schumacher, pilota del team Prema e membro della Ferrari Driver Academy, ha vinto il titolo 2020 di Formula 2 al suo secondo anno nella categoria. Lo ha fatto nell’ultima gara della stagione, disputata sull’Outer Track del Bahrain International Circuit, nella quale è giunto solo 18°, senza ottenere punti, al pari dell’unico potenziale avversario rimasto in lizza, il compagno d’accademia Callum Ilott, che si è piazzato decimo lasciando invariato il divario in classifica di 14 punti.

Trionfo dell’Academy. Per FDA si tratta di una stagione da ricordare con tre suoi ragazzi nei primi quattro posti della classifica e la lotta al titolo racchiusa, nell’ultima gara, ai soli Schumacher e Ilott. Da ricordare anche la grande stagione di Robert Shwartzman, campione di Formula 3 che nell’anno del debutto ha vinto come nessuno (quattro gare) e si è subito imposto come uno dei protagonisti della categoria propedeutica alla Formula 1. Ai tre sopra citati si aggiungono Marcus Armstrong e Giuliano Alesi, autori di un inizio di stagione molto buono e di una seconda parte di campionato meno brillante. Nel complesso in Formula 2 i piloti di FDA hanno conquistato 9 vittorie, 24 podi (in media uno ad ogni gara), cinque pole position e quattro giri più veloci, piazzandosi in zona punti per ben 61 volte.

La gara. Al via Mick è scattato dalla terza posizione e si è accodato a Dan Ticktum (DAMS) e a Jehan Daruvala (Carlin) precedendo Callum con la vettura numero 4 del team UNI-Virtuosi Racing. Schumacher al primo giro ha bloccato le ruote alla frenata di curva 4, ma ha proseguito senza intoppi riuscendo, poche tornate più tardi, anche a superare Daruvala. Poco dopo però il pilota indiano gli è tornato davanti e a quel punto Mick, saggiamente, non ha opposto resistenza. Al 19° giro il tedesco ha cominciato a faticare con le gomme vedendosi costretto a cedere la posizione ad Ilott, al compagno in Prema Robert Shwartzman e a Guan-Yu Zhou (UNI-Virtuosi Racing). Il team ha dunque richiamato Mick ai box per cambiargli le gomme e tornare in pista per portarsi a casa il giro più veloce. Così facendo il 21enne che nella prossima stagione guiderà in Formula 1 con l’Haas F1 Team, ha fatto un ulteriore passo verso il titolo perché a quel punto Ilott sarebbe stato costretto a vincere la corsa per potersi aggiudicare il campionato. Nel finale di gara, invece, anche le gomme dell’inglese hanno perso prestazione e per lui è così arrivato solo il decimo posto. Il successo è andato a Daruvala davanti a Ticktum e al giapponese Yuki Tsunoda (Carlin). Quinto posto per Shwartzman, sesto per Giuliano Alesi (MP Motorsport). Fuori dalla zona punti Marcus Armstrong (ART Grand Prix).

Albo d’oro. Mick Schumacher è il secondo pilota di FDA a vincere il titolo di Formula 2 dopo Charles Leclerc nel 2017, mentre si tratta del primo tedesco a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro del campionato, da quando è tornata ad assumere la denominazione F2, nel 2017. Sono però sei i rappresentanti della Germania che hanno vinto la serie propedeutica alla Formula 1, che nel corso degli anni si è chiamata in vari modi. In Formula 3000 Christian Danner (1985), Jörg Müller (1996) e Nick Heidfeld (1999); in GP2 Nico Rosberg (2005), Timo Glock (2007) e Nico Hülkenberg (2009).

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati