F1 | Zandvoort, l’architetto Zaffelli: “Non è ben rappresentata nel videogioco”

"Le curve sono meno studiate rispetto al mondo reale, Hugenholtz sembra piatta", ha aggiunto

L'architetto italiano non è soddisfatto della rappresentazione virtuale del tracciato di Zandvoort nella beta di F1 2020
F1 | Zandvoort, l’architetto Zaffelli: “Non è ben rappresentata nel videogioco”

La settimana scorsa Codemasters ha pubblicato il primo video riguardante F1 2020, il nuovo gioco ufficiale del Circus a disposizione dei clienti PlayStation, xBox e PC a partire dal prossimo 10 luglio. Per l’occasione, la casa produttrice di videogames ha scelto un giro di pista sul circuito di Zandvoort con Max Verstappen e la Red Bull RB16, sottolineando come queste immagini siano ancora in versione beta, quindi diciamo embrionale. Jarno Zaffelli, architetto del circuito orange afferma che la rappresentazione in game del tracciato non sia accurata.

“Sebbene sia ancora in fase di elaborazione, alcune cose non corrispondono alla realtà – ha detto Zaffelli a F1 Maximaal. E’ chiaro, per quanto mi riguarda, che le curve siano meno studiate di quanto non siano nel mondo reale. Hugenholtz, per esempio, è molto più ripida nella realtà. Nel gioco la curva sembra più piatta, ed è molto diverso rispetto a quello che i piloti vedranno nella realtà. Max nella sua prova su pista mi ha detto “Wow! Non riuscivo nemmeno a vedere l’apice della curva”. Lo stesso vale per le curve 11 e 12, ossia l’ex chicane Audi, sarà molto più impegnativa per i piloti: molte sono cieche, questa è una vera sfida per i piloti. Per quanto ne so, Codemasters ha ottenuto dei dati di Zandvoort da parte della FOM in una fase ancora precoce, prima di apportare qualsiasi modifica al circuito, credo che non abbiano ricevuto un aggiornamento da quando la pista è stata ricostruita. Dromo (società di Zaffelli) non è stata contattata in merito, ma vorremmo comunque aiutare i produttori del gioco per avere un circuito più realistico possibile. Speriamo che Codemasters possa apportare quegli aggiustamenti necessari per dare una grande esperienza ai videogiocatori”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati