F1 | Tsunoda, obiettivo zona punti nel GP d’Ungheria

"L'Hungaroring è una pista divertente", ha proseguito il nipponico

Tsunoda mira a proseguire la striscia di risultati positivi
F1 | Tsunoda, obiettivo zona punti nel GP d’Ungheria

Forte del decimo posto conquistato a Silverstone, due settimane fa, Yuki Tsunoda andrà a caccia di punti importanti sul tracciato dell’Hungaroring, teatro del prossimo Gran Premio d’Ungheria di Formula 1. Il giapponese, protagonista di alcune buone performance tra la doppia trasferta Austria e la Gran Bretagna, cercherà di confermarsi nelle posizioni di vertice della classifica, con l’obiettivo di offrire il proprio contributo nella ricorsa di AlphaTauri verso la terza posizione nel costruttori attualmente in mano alla McLaren.

“Ripensando a Silverstone, non ero contento delle mie qualifiche – avendo avuto problemi di traffico – ma nel complesso posso ritenermi soddisfatto, perché sono riuscito a fare un punto domenica, anche se il nuovo format si è rivelato piuttosto difficile”, ha affermato il giapponese. “Penso che il team sia rimasto un po’ deluso dalle prestazioni sottotono della vettura rispetto al previsto, ma per quel che mi riguarda sono abbastanza contento. Guidare una macchina di Formula 1 a Silverstone mi ha regalato una sensazione incredibile d’alta velocità, soprattutto passando da Maggotts e Becketts”.

“Quando ho guidato per la prima volta una monoposto di F1, sono rimasto sorpreso dalla quantità di deportanza e dal livello di aderenza”, ha proseguito. “Ma fare in pieno quelle due curve, godendo di tutto quel carico, è stata davvero una sorpresa. L’Hungaroring sarà molto diverso. Questa pista mi piace, anche se l’ultima volta che ci ho corso in Formula 2 non ho ottenuto un buon risultato, complice una brutta qualifica e la rottura dell’ala anteriore in gara. Però come tracciato mi piace tanto: è molto impegnativo e richiede il massimo carico sulla vettura”.

“In generale, è una pista divertente. Fisicamente è un tracciato impegnativo, per via del caldo e per l’assenza di veri rettilinei dove poter prendere fiato, quindi penso che potrebbe essere dura. Non so come me la caverò, ma mi sento pronto. Poi ci fermeremo per la pausa estiva: non vedo l’ora! Visto che mi sono trasferito da poco in Italia, penso che passerò gran parte del mio tempo a sistemare casa”.

“Prima di questa gara, sono tornato in Gran Bretagna per una sessione al simulatore e la sera ero bloccato in una calda stanza d’albergo, senza aria condizionata e senza un ventilatore. Quindi non vedo l’ora di trasferirmi in questa nuova casa con un po’ di aria condizionata e stare al fresco!”, ha concluso.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati