F1 | GP Ungheria, undici punti di frenata sulla pista dell’Hungaroring

Tre sono considerate altamente impegnative per i freni

Brembo, l'anteprima del prossimo appuntamento dell'Hungaroring
F1 | GP Ungheria, undici punti di frenata sulla pista dell’Hungaroring

Così come nel 2010, anche quest’anno il GP Ungheria si disputa il 1° agosto. Le differenze con la F.1 attuale erano molteplici, dalla tipologia dei propulsori impiegati al numero dei giri motore ammessi, dalla mancanza di un consumo massimo di carburante consentito all’assenza di limiti di spesa.

Allora come oggi però gli impianti frenanti dovevano assicurare il meglio sia in qualifica con le vetture scariche sia al via con i serbatoi pieni. Secondo i tecnici Brembo l’Hungaroring rientra nella categoria dei circuiti mediamente impegnativi per i freni. In una scala da uno a cinque si è meritato un indice di difficoltà di tre, identico alla pista di Zandvoort. ​

Come Monaco, molto più di Silverstone​

La pista ungherese presenta undici punti di frenata, per un tempo totale sul giro di utilizzo dei freni di quasi 18 secondi, tra i più alti del Mondiale: pur essendo più lungo di un chilometro e mezzo, il tracciato di Silverstone ha invece richiesto l’uso dei freni per meno di 13 secondi al giro. Dalla partenza alla bandiera a scacchi del GP Ungheria i freni sono in funzione per quasi 21 minuti.

Le undici frenate sono contraddistinte da valori molto differenti ma nessuna supera i 140 metri di lunghezza. Inoltre solo tre misurano ammontano ad almeno un centinaio di metri e richiedono un carico sul pedale di oltre 90 kg. Dallo spegnimento del semaforo al traguardo ciascun pilota esercita un carico totale sul pedale del freno di 56 tonnellate, tra i più alti del Mondiale insieme al GP Monaco.

Due secondi e mezzo per frenare da 346 km/h​​

Delle undici frenate del GP Ungheria, tre sono considerate altamente impegnative per i freni, una è di media difficoltà e le restanti sette sono light.

La più temuta è la prima curva dopo il traguardo: le monoposto vi arrivano a 346 km/h e scendono a 109 km/h in soli 137 metri. I piloti esercitano un carico sul pedale del freno di 182 kg per 2,58 secondi e subiscono una decelerazione di 5,5 g. ​

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati