F1 | Sauber, Leclerc: “Soddisfatto della mia prima uscita con la C36”

Wehrlein: "Oggi non è stata una giornata ideale"

F1 | Sauber, Leclerc: “Soddisfatto della mia prima uscita con la C36”

Le condizioni atmosferiche che si sono abbattute sul tracciato di Sepang hanno costretto il team Sauber a raccogliere pochissimi dati nel corso delle due sessioni di oggi. Durante l’ora e mezza di stamattina, infatti, Charles Leclerc ha completato poche tornate a bordo della C36-Ferrari, rendendo praticamente inutile l’uscita di stamattina. Al pomeriggio, invece, Pascal Wehrlein e Marcus Ericsson non sono riusciti a completare la simulazione gara nel corso del pomeriggio per via dell’incidente di Romain Grosjean.

Ecco le parole di Pascal Wehrlein: “Oggi non è stato ideale. Ho avuto problemi con i freni durante le FP1, ma siamo riusciti a risolverlo nel corso della stessa mattinata. Guidare sul bagnato è stato comunque positivo visto che la macchina si è ben comportata. Durante le libere 2, invece, è andata meglio, ma c’è ancora un divario con i nostri avversari. Lavoriamo per migliorare nel resto del week-end”.

Ecco le impressioni di Marcus Ericsson: “Nel pomeriggio ho dovuto recuperare il tempo perso durante la FP1. Sono riusciti a mettere un buon numero di giri nel corso delle libere 2, ma tuttavia non siamo riusciti a far funzionare le gomme. Dobbiamo analizzare i nostri dati stasera per cercare di migliorare. Cercheremo una strada alternativa nel corso delle FP3”.

Ecco invece le valutazioni di Charles Leclerc: “Sono molto contento della mia prima esperienza con la Sauber F1 Team. Nonostante le condizioni difficili sono riuscito a completare dieci giri. La squadra è soddisfatta del lavoro che ho fatto e non vedo l’ora di tornare negli Stati Uniti”.

F1 | Sauber, Leclerc: “Soddisfatto della mia prima uscita con la C36”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Daytona

    29 settembre 2017 at 20:34

    Charles è un fenomeno,lo dimostrera il prossimo anno,un ragazzo a cui la vita,pur se giovanissimo,ha già presentato un conto salatissimo.
    Perdere il migliore amico e poi il papà alla sua età è terribile,lui ha reagito in pista con freddezza e una professionalità rare,in più è anche umile,qualità assolutamente sconosciuta ad un’altro “pompatissimo”giovane di belle speranze..
    Con lui ci sarà da divertirsi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati