F1 | Sainz: “In Ferrari voglio cercare la stessa stabilità avuta in McLaren”

"Questo ti rende un pilota più veloce e migliore", ha detto lo spagnolo

Sainz ha sottoscritto con Maranello un contratto biennale
F1 | Sainz: “In Ferrari voglio cercare la stessa stabilità avuta in McLaren”

Carlos Sainz cerca stabilità per la sua nuova esperienza che lo vedrà impegnato nel biennio 2021-22 in Ferrari. Lo spagnolo, chiamato da Maranello a prendere il posto di Sebastian Vettel e che farà coppia con Charles Leclerc, nel corso della sua carriera è rimasto vari anni in un team che gli ha permesso di ottenere risultati positivi.

Un’opportunità che vorrebbe replicare anche con il Cavallino, nonostante la Rossa arrivi alla nuova stagione dopo una difficile annata dove non è andata oltre il sesto posto nel Mondiale costruttori.

L’unica volta in Formula 1 in cui la mia carriera si è spostata su e giù da una squadra all’altra è stata quando ho lasciato la Toro Rosso per andare alla Renault e poi alla McLaren – ha detto Sainz, citato da GP Fans – In Toro Rosso sono stato tre anni. Nel 2017 mi sentivo a casa e stavo andando a un buon livello. Poi è arrivata l’opportunità Renault ed ero ancora contratto dalla Red Bull, quindi ero una situazione molto strana e alla fine sono stato lasciato alla McLaren e ho pensato che avrei costruito un rapporto a lungo termine con la McLaren”.

In McLaren lo spagnolo ha ottenuto due piazzamenti a podio, colti a Interlagos 2019 e nell’ultima gara di Monza, permettendo a Woking di risalire la classifica fino al gradino più basso del podio iridato alle spalle di Mercedes e Red Bull.

Mi sono divertito molto. Il secondo anno abbiamo visto miglioramenti rispetto al primo – ha ricordato Sainz – Dimostra che la stabilità in una squadra e il rimanere a lungo in una squadra aiuta con le prestazioni e ti rende un pilota più veloce e un pilota migliore. È anche il mio obiettivo con la Ferrari e il motivo per cui ho firmato un contratto biennale con loro. Finché saremo felici l’uno dell’altro, voglio che questa sia la nuova tendenza nei miei contratti, non solo un anno come in Renault senza sapere cosa sarebbe successo. In McLaren ho imparato quanto sia importante essere più di un anno in una squadra per estrarre il massimo potenziale da quella macchina e dalle persone che sono accanto a te”. 

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati