F1 | Racing Point, Sergio Perez è sul podio: “Un grande risultato arrivato al momento giusto”

"Quando ho tagliato il traguardo, ho detto al team che le gomme non avrebbero retto un altro giro!" ha rivelato il messicano, che termina la gara in seconda posizione

F1 | Racing Point, Sergio Perez è sul podio: “Un grande risultato arrivato al momento giusto”

Sergio Perez si è preso oggi la sua rivincita sulla qualifica di ieri, ma sopratutto sulla stagione 2020 e sulle sorti della sua carriera. Il messicano ha conquistato oggi un meritatissimo secondo posto, un podio che farà sicuramente valere come biglietto da visita per siglare un nuovo contratto per il 2021. Con questa performance Perez prova ancora una volta quanto meriti di stare in Formula 1.

Checo ha passato la prima parte di gara proprio in seconda posizione, dietro al compagno di squadra Lance Stroll. La sua RP20, però, si è comportata meglio di quella del canadese, o probabilmente Sergio è stato più abile del più giovane compagno di squadra nel gestire le intermedie. Perez ha passato il resto della gara dietro Lewis Hamilton, e solo alla fine Verstappen è riuscito ad avvicinarsi, senza successo, ma anche le Ferrari, a pochi metri dal traguardo, hanno tentato di togliergli la seconda posizione. Nulla da fare. Sergio Perez conquista il nono podio in carriera, che condivide con il vincitore della gara e ormai sette volte campione del mondo Lewis Hamilton e Sebastian Vettel.

Abbiamo sfiorato il podio diverse volte quest’anno, ed è grandioso godersi questo momento con la squadra. E’ stata una gara eccitante, ma anche difficile, fino alla fine – ha spiegato Checo dopo il podio – ho cercato di gestire le gomme, spingere nei momenti giusti per tenerle nella giusta finestra di temperatura e allo stesso tempo ho cercato di sfruttare al meglio la pista. E’ un grande risultato ed è arrivato al momento giusto. Quando ho tagliato il traguardo, ho detto al team via radio che le gomme non avrebbero retto un altro giro! Vibravano da morire alla fine. L’obiettivo di oggi era restare in pista e fare la giusta strategia, e ci siamo riusciti. Fondamentale era anche gestire le intermedie all’inizio e alla fine del secondo stint, e questo ha fatto la differenza.

Lewis era su un altro livello oggi e, dopo avermi sorpassato, ha dominato la gara – ha continuato il messicano – quindi, il secondo posto era il meglio a cui potessimo aspirare, e abbiamo fatto un ottimo lavoro nel tener dietro le Red Bull e le Ferrari. Non avevo idea che Max mi stesse seguendo, con tutta l’acqua che si alzava in pista e gli specchietti completamente sporchi: ad un certo punto l’ho visto andare lungo e poi è scomparso. La fine della gara è stata altrettanto pazzesca con Charles! Ho fatto un piccolo errore in curva nove e lui è riuscito a prendermi, ma sono riuscito a rimettermi davanti in curva 11, e Seb è arrivato! Siamo felici del risultato di oggi, degna ricompensa per gli sforzi del team. Credo proprio che festeggeremo stasera!“.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati