F1 | Mercedes, Toto Wolff: “In Canada è suonato un campanello d’allarme per noi”

"Abbiamo avuto problemi di affidabilità brillantemente risolti dal nostro team", ha detto l'austriaco

F1 | Mercedes, Toto Wolff: “In Canada è suonato un campanello d’allarme per noi”

Sette vittorie su altrettante gare per la Mercedes, che nel primo terzo di stagione ha dominato in lungo e in largo e in tutte le parti del mondo. Il team anglo/tedesco in Canada ha vinto grazie alla penalità data a Sebastian Vettel, vero vincitore del Gran Premio, dopo un weekend non propriamente facile e con alcuni problemi di affidabilità riscontrati su ambo le macchine.

“In Canada è suonato una sorta di campanello d’allarme per noi – ha detto Toto Wolff. Dopo sei gare con ottima affidabilità, abbiamo avuto una serie di problemi nel corso dell’ultimo weekend, quasi tutti causati da noi, come il problema con il sistema di alimentazione sulla macchina di Valtteri durante le FP1 o la perdita idraulica avuta da Lewis prima della corsa. Siamo stati fortunati, perché sono emersi quando ancora potevamo risolverli, ma avrebbero potuto rovinare il nostro weekend, bravi quindi i meccanici ad evitare tutto ciò”.

Sulla prossima tappa a Le Castellet, Toto commenta“Ci aspetta un’altra dura battaglia in Francia: il circuito presenta alcune analogie con Montreal e i lungo rettilineo sarà una sfida per noi. Tuttavia, a differenza del Canada le caratteristiche delle curve sono costituite da percorrenza ad alta velocità, il che dovrebbe giocare a nostro vantaggio”. 

“Negli ultimi tre mesi il nostro team, sia quello in pista che nelle fabbriche di Brackley e Brixworth ha raggiunto livelli molto alti, e dobbiamo mantenere questo target anche in Francia. La scorsa settimana i team hanno incontrato la FIA e la Formula 1, abbiamo concordato nel rimandare la decisione sui regolamenti 2021 a ottobre, così avremo il tempo per trovare una sinergia tutti insieme. La Formula 1 è l’apice degli sport motoristici, non ci sono discussioni in merito: ogni weekend milioni di fans di tutto il mondo condividono la nostra passione per le corse, e vogliamo sfruttare l’opportunità di cambiare i regolamenti per rendere la categoria ancora più eccitante per gli appassionati, ma anche per alzare la competizione e far crescere questo sport a livello globale. Trovare il giusto compromesso non è facile – conclude Wolff – ma siamo uniti nella nostra passione per le corse e la volontà di definire una serie di regole che vedranno la Formula 1 prosperare almeno per il prossimo decennio”.

F1 | Mercedes, Toto Wolff: “In Canada è suonato un campanello d’allarme per noi”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    20 giugno 2019 at 19:57

    Anche Max è transitato secondo sotto la bandiera a scacchi a Montecarlo. È il vero secondo e Vettel il vero terzo?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati