F1 | Mercedes, George Russell incredulo: “Sono devastato”

Il pilota britannico umilia Valtteri Bottas con una straordinaria performance, ma un errore al pit-stop e la foratura gli negano la possibilità di vincere la gara

F1 | Mercedes, George Russell incredulo: “Sono devastato”

E’ stato perfetto: George Russell non ha sbagliato assolutamente nulla. Autore di una ottima partenza, ha superato il pilota titolare della Mercedes Valtteri Bottas, militando in testa per ben gran parte della gara fino all’ultimo, sfortunato pit-stop. La Mercedes ha regalato una grandissima opportunità al pilota inglese, chiamandolo a sostituire Lewis Hamilton in questo weekend, certi che il suo talento fosse reale, tangibile, certi che Russell avesse le capacità per stare li, dov’è Hamilton ad ogni gara. Mercedes, allo stesso tempo, ha tolto questa grande, unica opportunità che potrebbe non ricapitare così presto, impendendo a Russell di prendersi una vittoria più che meritata. Il sorpasso su Bottas, forse il più bello della gara, ha dimostrato quando George Russell sia assolutamente sprecato in Williams.

Ma andiamo con ordine: proprio il sostituto di George Russell in Williams, Jack Aitken, si gira nell’ultima curva, lasciando la sua ala anteriore sul rettilineo di partenza. Rientra ai box, ma è subito bandiera gialla: la Mercedes opta per un doppio pit-stop. Russell arriva in piazzola di sosta, ma il meccanico addetto al montaggio della posteriore sinistra confonde le gomme, montando a George la gomma del set appartenente a Bottas. Proprio il finlandese, che avrebbe dovuto montare anche lui la mescola gialla, spende 28 secondi al pit per rimontare la stessa mescola, la dura, perché è proprio il quel momento che la squadra si accorge della mancanza della posteriore sinistra. George rientra ai box per cambiare nuovamente set, e cerca di combattere per quella vittoria che gli spetta, ma una foratura ci si mette di mezzo. E’ solo nono alla fine e con una investigazione sulle spalle, proprio per via dell’errore al cambio gomme, che si traduce in una multa di ventimila euro per la squadra di Brackley.

Grande delusione per il pilota Williams, che sicuramente metterà in crisi Toto Wolff, ma anche in bilico il rinnovo milionario di Hamilton. George merita la Mercedes, ma delle firme e dei contratti gli impediscono, purtroppo, di tornare su quella monoposto prima del 2022.

Non so come esprimere tutte le emozioni che sento in questo momento. Da una parte, sono orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto questo weekend. Ho lavorato con un grandioso gruppo di persone che ha lavorato sodo per prepararmi e farmi arrivare pronto alla qualifica e alla gara. Ma oggi è stato assolutamente devastante – ha ammesso Russell, che ha terminato la sua gara in lacrime sotto il casco – mi sono già trovato in gare in cui la vittoria mi è stata tolta, per un motivo o per l’altro, ma oggi è come se fosse successo due volte.

Ancora non posso crederci. Avevo tutto sotto controllo, dopo la partenza stavo gestendo la mia gara, preservando le gomme e controllando il gap con Valtteri. Poi c’è stato quel pit-stop disastroso, credo ci fossero dei problemi con i set – ha cercato di spiegare il britannico – questo ci ha fatto perdere delle posizioni, ma credo che avremmo ancora potuto vincere. E poi, la vettura ha cominciato a non rispondere, non volevo credere che fosse una foratura, volevo solo avere più potenza, ma ovviamente non era possibile. Sono devastato, ma anche orgoglioso di cicche abbiamo fatto e molto felice di aver avuto l’opportunità di guidare questa vettura. Congratulazioni a Checo, è in Formula 1 da tanto tempo, è un grande pilota e si merita di questa vittoria“.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati