F1 | Marko replica a Hamilton: “Non sono razzista”

"Abbiamo persone di diverse nazionalità che lavorano all'interno della nostra organizzazione"

Alla fine si è trattato di una fake news, il consulente della Red Bull non ha mai rilasciato quelle dichiarazioni
F1 | Marko replica a Hamilton: “Non sono razzista”

Nella giornata di ieri è scoppiata una polemica quando Lewis Hamilton, tramite una IG Story ha attaccato duramente il consulente della Red Bull, reo a suo dire di aver affermato che i piloti di Formula 1 si stavano facendo distrarre dai gravi fatti che hanno visto coinvolti gli afroamericani, dopo l’omicidio di George Floyd.

Poco dopo si è scoperto però che quelle dichiarazioni erano false, la fonte che ha pubblicato la fake news si è scusata con Helmut Marko e il team principal Chris Horner, si è messo subito in contatto con Lewis Hamilton che ha poi prontamente cancellato la storia.

“Il mio telefono è stato rovente per ore -ha dichiarato Marko a Motorsport-total.com- Vicky Lloyd (addetto stampa Red Bull, ndr), mi ha chiamato per sapere se avessi fatto quelle affermazioni. Non avevo idea di cosa stesse parlando perché è venuto fuori dal nulla. Poi RTL ha fatto chiarezza, infatti ricordavo di non aver detto nulla di simile”.

Pare che ora sia tornato il sereno tra Marko e Hamilton e l’austriaco ha ammesso di non essere affatto arrabbiato con il sei volte campione del mondo:

“È emotivamente molto coinvolto e non spetta a lui riconoscere l’autenticità della notizia. Ora stiamo prendendo provvedimenti contro il sito Web, ma fortunatamente ci sono anche molti giornalisti che possono vedere cosa sta succedendo. Non sono razzista! Abbiamo persone di diverse nazionalità che lavorano all’interno della nostra organizzazione. Questo è sempre stato il caso del programma per i giovani e lo sarà sempre”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Articoli correlati