F1 | Liberty Media al lavoro per lo streaming già dal 2018

L'idea, ovviamente, porterà telecamere a bordo, nuove inquadrature, analisi di dati, video e audio, musiche, possibilità di scaricare file, racconti del passato e altri contenuti

F1 | Liberty Media al lavoro per lo streaming già dal 2018

Già da un po’ di tempo Liberty Media sta pensando a una piattaforma di streaming sul web per contenuti audio-video e per le gare di Formula 1. Il progetto per portare la F1 in rete e quindi competere così con le maggiori reti televisive di tutto il mondo potrebbe arrivare già quest’anno: attraverso un abbonamento tutti i fan della Formula 1 potrebbero seguire le gare dal vivo. L’idea di Liberty Media nello sviluppo di questo servizio è nata perché gli abbonati di F1 Access – parte del sito ufficiale della F1 a pagamento che consente di seguire i commenti e gli orari delle sessioni live – hanno ricevuto una e-mail che li invitava partecipare a uno studio di mercato e a loro è stato chiesta proprio un’opinione in merito a questo servizio di streaming.

“La F1 lancerà un servizio di streaming online che consentirà ai fan di accedere a una copertura completa di ogni gara”, si può leggere in una delle e-mail inviate dalla F1. Al momento non è noto il contenuto completo dell’offerta Liberty Media, ma grazie a questo sondaggio, cui fa eco il portale francese Spor Auto, si è comunque parlato di questo progetto. L’idea, ovviamente, porterebbe delle conseguenze tecniche anche sulle stesse vetture di Formula 1 e sull’intera gestione della gara: telecamere a bordo, nuove inquadrature e angoli, analisi di dati, video e audio, musiche, possibilità di scaricare file, racconti del passato e altri contenuti. Si pensa a introdurre il commento in più lingue, per accontentare i fan di tutto il mondo, e per gli appassionati di telemetria anche degli strumenti per verificare dati a disposizione e possibili strategie, oltre ovviamente all’accesso ai team radio. Lo stesso vale per le gare F2, GP3 e Grand Prix di anni fa. L’abbonamento avverrà tramite l’applicazione ufficiale di F1, tramite smartphone o tablet, e le gare potranno essere visualizzate da un dispositivo Chromecast o Apple TV da uno schermo.

I paesi per cui questo servizio è stato pensato, all’inizio, per introdurre il servizio di streaming sono Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Paesi Bassi e Messico. Anche se il prezzo deve ancora essere deciso, si parla di 17,31 euro al mese e 157 euro all’anno. Attualmente la F1 ha già un’offerta a pagamento che offre, tra le altre cose, il live-timing. Costa 2,99 euro al mese e 26,99 euro all’anno. Nelle prossime settimane, Liberty dovrebbe chiarire i suoi piani affinché l’annuncio venga fatto prima dell’inizio della stagione.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati