F1 | Lauda, addio mitico Highlander

Con la scomparsa dell'austriaco va via quella sana parte di romanticismo che ha alimentato gran parte della storia del Circus

F1 | Lauda, addio mitico Highlander

È stato un triste, anzi tristissimo, risveglio quello che ci ha accompagnato questa mattina. Il mondo del motorsport si è ritrovato più povero, quasi smarrito, dinanzi alla tragica notizia della morte di Niki Lauda.

Sembrava quasi impossibile che la Nera Signora potesse avere potere su quell’austriaco che in passato l’aveva scampata più e più volte dinanzi alle numerose peripezie che aveva dovuto superare in vita. Ma alla fine anche il buon Niki si è dovuto arrendere alla caducità dell’esistenza terrena, dopo aver strenuamente lottato come solo lui sapeva fare.

Questo indiscusso Cavaliere del rischio, dotato di un talento cristallino, ci lascia in eredità, come tesoro prezioso da condividere e tramandare, la capacità di non arrendersi mai neanche di fronte alle situazioni più disperate ed estreme. Quel viaggio di ritorno dall’Inferno del Nürburgring, che il 1 agosto 1976 segna un ‘prima’ e un ‘dopo’ nella carriera dell’austriaco, è il tratto distintivo del modus operandi del Lauda pilota: ‘folle’ e determinato a perseguire il proprio obiettivo contro ogni pronostico razionale, volendosi riprendersi in pista tutto quello che la sorte voleva togliergli.

A cui fa però fa da contraltare quell’istinto umano che lo stoppò al Fuji, dopo un incredibile (e per certi versi fantascientifico) ritorno al volante a pochi mesi dal terribile rogo del Nordschleife.

Due tratti e personalità ben distinte che in Lauda, come la storia ci ha insegnato, hanno però trovato il giusto equilibrio.

Dopo il trapianto al polmone subito la scorsa estate, tutti speravamo in quell’ennesimo miracolo, in quell’ennesima rinascita, a cui lo stesso Niki ci aveva abituato. Non si diventa Highlander per caso!

Con Lauda va via quella sana parte di romanticismo che ha alimentato gran parte della storia della Formula Uno.

Ciao Niki, ci mancherai.

Non ti dimenticheremo mai leggenda. Che la terra ti sia lieve.

Piero Ladisa


F1 | Lauda, addio mitico Highlander
5 (100%) 3 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati