F1 | GP Turchia, le valutazioni di Sainz e Leclerc nel giovedì di Istanbul

Domani in programma le prime libere

GP Turchia, le valutazioni dei piloti Ferrari
F1 | GP Turchia, le valutazioni di Sainz e Leclerc nel giovedì di Istanbul

Un sole brillante ma anche vento e temperature basse hanno accolto i piloti all’Istanbul Park nel giovedì del nono Gran Premio di Turchia. La giornata dei piloti della Scuderia Ferrari è stata come sempre caratterizzata dai primi meeting con gli ingegneri e dagli incontri con la stampa.

Obiettivo rimonta. Il più atteso dai media tra Charles Leclerc e Carlos Sainz era lo spagnolo, che questo weekend avrà una power unit completamente nuova dotata del nuovo sistema ibrido ma dovrà di conseguenza partire dal fondo della griglia. “Non sono troppo preoccupato dal fatto di dovermi schierare tra gli ultimi perché si può solo fare meglio…”, ha scherzato lo spagnolo. “A parte le battute, sono felice di poter avere anche io l’aggiornamento del sistema ibrido, perché così potrò aiutare il team a raccogliere dati in vista del prossimo anno. Ogni piccolo miglioramento aiuta e sono pronto a una gara tutta all’attacco. Avrò modo di concentrarmi solo sulla ricerca dell’assetto per la corsa e spero di poter trarre vantaggio da questo domenica”.

Aderenza. Uno dei temi più discussi del giovedì è stato il grip dell’asfalto dell’Istanbul Park: “Sono curioso di scendere in pista domani per capire quali saranno le condizioni della pista – ha detto Charles – anche se credo che sarà difficile siano peggiori di quelle della prima sessione dello scorso anno. Detto questo, non mi spiacerebbe se si scivolasse un po’ più del solito perché mi sono divertito parecchio nel 2020”. Anche Carlos ha ricordato la corsa di poco meno di un anno fa: “Al venerdì il livello di aderenza era limitatissimo, mentre al sabato e alla domenica pioveva. Per questo faccio fatica a mettere in una classifica di gradimento questa pista, ma spero che questo weekend mi potrò fare un’idea più chiara e che sarà positiva”.

Più Sprint Qualifying? Al pilota monegasco è stato chiesto se sarebbe felice di avere più weekend con il nuovo formato della Sprint Qualifying: “Personalmente sarei contento – ha detto Charles – perché il venerdì fatto di sole sessioni di prove libere è abbastanza noioso, mentre con questa formula si va in qualifica avendo unicamente sessanta minuti di tempo per mettere a punto la vettura. Per questo sono molto favorevole a questa soluzione anche se penso che il programma del sabato si possa migliorare”.

Programma. Le vetture scenderanno in pista per la prima volta domani alle 11.30 locali (10.30 CET) per la prima sessione di prove libere, mentre la seconda è prevista alle 15 (14 CET). La terza sarà sabato mattina alle 12 (11 CET), mentre le posizioni sulla griglia verranno definite a partire dalle 15 (14 CET). Il Gran Premio di Turchia prenderà il via domenica 10 ottobre alle 15 (14 CET).

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati