F1 | GP Toscana, buon venerdì in casa Alfa Romeo

P9 e P17 per Raikkonen e Giovinazzi alla fine delle FP2

Obiettivo per le qualifiche è l'approdo in Q2 con entrambe le monoposto
F1 | GP Toscana, buon venerdì in casa Alfa Romeo

Venerdì positivo per l’Alfa Romeo. La scuderia del Biscione ha infatti concluso la seconda sessione di prove libere al Mugello ottenendo la Top Ten con Kimi Raikkonen. Il finlandese – sulla pista dove 20 anni fa ha mosso i primi passi in Formula Uno alla guida della Sauber – ha ottenuto il nono tempo, protagonista suo malgrado di un incidente con la Racing Point di Sergio Perez: il messicano, ritenuto colpevole del sinistro, è stato penalizzato con una posizione di penalità da scontare in griglia.

Bisogna scorrere la classifica per trovare invece la C39 di Antonio Giovinazzi, con il pilota di Martina Franca che ha chiuso le FP2 17°  a causa di un errore commesso nel giro da qualifica. L’obiettivo dell’Alfa per le qualifiche di domani è l’approdo con entrambe le monoposto in Q2.

È bello tornare a guidare al Mugello, la pista dove ho fatto i miei primi giri su una monoposto di F1, 20 anni fa – ha ricordato Raikkonen -. Sicuramente il mio collo si sente molto meglio ora rispetto alla fine del mio primo giorno di test! La pista ha la stessa sensazione, non è molto diversa ad eccezione di alcuni cordoli. È un circuito difficile, quindi trovare un setup può essere impegnativo, soprattutto essere qui per la prima volta e senza dati da utilizzare come riferimento. È un layout abbastanza unico per molti versi e richiede un approccio diverso, per cui dobbiamo continuare a lavorare sul setup sia questa sera che nelle FP3. Non siamo mai a corto di cose da migliore, oggi sembravamo promettenti, quindi vediamo dove finiremo domani”.

È bello essere di nuovo in pista in Italia e vedere alcuni tifosi sugli spalti. Ci sono mancati gli spettatori e speriamo che domenica guardino una bella gara – ha ammesso Giovinazzi – La pista qui al Mugello è fantastica, specialmente con le moderne auto di Formula Uno: è così veloce, con molte curve ad alta percorrenza che si sentono davvero alla grande su una macchina di F1, anche se domenica lo sentirà davvero il collo! Oggi la macchina è andata davvero bene sin dall’inizio, sia sul giro singolo che in assetto di gara, quindi possiamo essere felici per il nostro primo giorno. Sfortunatamente ho commesso un piccolo errore durante il mio giro veloce nelle FP2 quindi i tempi non rispecchiano quello che abbiamo fatto davvero, ma è domani che abbiamo davvero bisogno di mettere insieme un buon giro. Penso che possiamo fare un buon lavoro, arrivare alla Q2 è l’obiettivo. Abbiamo già visto che seguire le vetture sarà piuttosto difficile, quindi sarà importante qualificarsi il più in alto possibile, iniziare bene e costruire da lì la nostra gara”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati