F1 | GP Portogallo, il governo valuta una gara a porte chiuse?

Portimao potrebbe non ospitare i 50 mila spettatori inizialmente programmati dagli organizzatori

Portogallo alle prese con una nuova emergenza Coronavirus
F1 | GP Portogallo, il governo valuta una gara a porte chiuse?

A causa del forte aumento del numero di contagiati da Covid-19 e di una serie di norme mirate a contenere l’emergenza, il governo portoghese starebbe valutando le porte chiuse per il prossimo Gran Premio del Portogallo, 12° appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1.

Nonostante il piano iniziale prevedesse 50 mila spettatori spalmati nel corso della tre giorni di gara, gli organizzatori, coadiuvati dal governo nazionale, starebbero valutando un evento senza la presenza di spettatori, questo per contenere la nuova ondata che pian piano si sta espandendo nel paese. Una scelta dolorosa, soprattutto per i tifosi, ma necessaria per salvaguardare la salute pubblica e il rischio di un nuovo lockdown.

Ricordiamo che il Portogallo sarà punto nevralgico del motorsport nelle prossime settimane: oltre alla Formula 1, la quale tornerà nel pese dopo ben 24 anni (l’ultima edizione si è svolta nel 1996 sul circuito dell’Estoril ed è stata vinta da Jacques Villeneuve), Portimao ospiterà il 22 novembre l’ultimo round di questo mondiale 2020 di MotoGP.

Un mese importante, preparato in ogni dettaglio, che servirà da palcoscenico per uno dei tracciati più spettacolari e moderni dell’interno panorama europeo. Appuntamento a venerdì prossimo per le prime due sessioni di libere dall’Algarve.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati