F1 | FIA si schiera a favore dell’Organizzazione mondiale della Sanità per il rispetto dei divieti legati alla sponsorizzazione del tabacco

"Siamo allineati alla posizione del WHO", ha sottolineato il presidente della Federazione Jean Todt

F1 | FIA si schiera a favore dell’Organizzazione mondiale della Sanità per il rispetto dei divieti legati alla sponsorizzazione del tabacco

La FIA, per bocca del presidente Jean Todt, ha manifestato il proprio totale appoggio nei confronti dell’Organizzazione mondiale della Sanità per quel che riguarda i divieti sulla promozione e sulla sponsorizzazione di prodotti legati alle multinazionali del tabacco.

In Australia, dove domenica all’Albert Park di Melbourne si disputerà la prima gara della nuova stagione, la Ferrari ha dovuto rinunciare al logo ‘Mission Winnow’ (marchio della Philip Morris, storico partner del Cavallino, ndr) ripiegando sulla scritta ’90 Years’ atta a celebrare il 90° anniversario dalla fondazione della Scuderia. Una scelta obbligata da parte di Maranello, dettata all’indagine condotta dal Dipartimento federale della salute dell’Australia e dal Dipartimento di salute e servizi umani dello Stato di Victoria volta a verificare il rispetto delle leggi vigenti sul controllo del tabacco e sulla relativa pubblicità.

La Ferrari, inoltre, ha dovuto fare i conti facendo con Il Codacons, che è riuscito a far togliere la denominazione ‘Mission Winnow’ dal nome completo della Rossa depositato nei mesi scorsi presso la FIA.

Alla rinuncia della Ferrari si è unita quella della McLaren con ‘A Better Tomorrow’, facente capo alla British American Tobacco (BAT, ndr), con la scuderia di Woking che si è presentata in pista a Melbourne con il marchio della catena di negozi di convenienza ‘7-Eleven’.

Da molti anni la pubblicità del tabacco è vietata, appoggiamo completamente la posizione del WHO. C’è poco altro da aggiungere, siamo allineati alla loro posizione”, ha dichiarato Todt citato dal portale britannico RaceFans.net.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati