L’Organizzazione mondiale della Sanità esorta i governi a far rispettare i divieti sulla sponsorizzazione del tabacco

Il WHO chiede di attuare attuare le varie leggi nazionali che vietano la pubblicità e la promozione di prodotti legati al fumo nei modi più forti possibili

L’Organizzazione mondiale della Sanità esorta i governi a far rispettare i divieti sulla sponsorizzazione del tabacco

L’Organizzazione mondiale della Sanità, in un lungo comunicato stampa pubblicato nelle scorse ore, ha incitato i governi delle vari nazioni a imporre con forza i divieti sulla pubblicità, sulla promozione e sulla sponsorizzazione del tabacco in occasione di eventi sportivi, anche durante la trasmissione di eventi televisivi come le gare di Formula Uno e di MotoGP.

“(…) British American Tobacco (BAT) ha recentemente annunciato “una nuova partnership globale” con il team McLaren di Formula Uno che utilizza il logoA Better Tomorrow“. In questo annuncio la BAT ha indicato che la partnership pluriennale fornirà una piattaforma globale per dare risonanza ad alcuni prodotti, tra cui glo, un prodotto del tabacco riscaldato. Questa affermazione suggerisce che l’intento della società è quello di promuovere l’uso del tabacco. Nel caso di Philip Morris International (PMI), l’azienda ha creato un nuovo logo (Mission Winnow) che sarà portato da Ferrari sulle monoposto e da Ducati sulle moto, che in precedenza ha portato il marchio Marlboro per il marchio di sigarette. PMI ha anche registrato il logo Mission Winnow come marchio, per l’uso in relazione ai prodotti del tabacco. Ducati ha portato questo marchio in un recente MotoGP (…)”, sottolinea L’OMS nella propria nota.

In Australia, dove domenica all’Albert Park di Melbourne si disputerà la prima gara della nuova stagione, la Ferrari ha dovuto rinunciare al logo ‘Mission Winnow’, ripiegando sulla scritta ’90 Years’ atta a celebrare il 90° anniversario dalla fondazione della Scuderia. Una scelta dettata all’indagine condotta dal Dipartimento federale della salute dell’Australia e dal Dipartimento di salute e servizi umani dello Stato di Victoria volta a verificare il rispetto delle leggi vigenti sul controllo del tabacco e sulla relativa pubblicità.

Anche il Codacons ha vinto la sua prima battaglia nei confronti della scuderia del Cavallino, facendo togliere la denominazione ‘Mission Winnow’ dal nome completo della Rossa depositato nei mesi scorsi presso la FIA.

In Australia, oltre a Ferrari, anche McLaren ha dovuto rinunciare al logo riconducibile alla BAT. Al posto di ‘A Better Tomorrow’ figura infatti sui caschi, sulle tute e sulle MCL34 il marchio della catena di negozi di convenienza ‘7-Eleven’.

L’Organizzazione mondiale della Sanità esorta i governi a far rispettare i divieti sulla sponsorizzazione del tabacco
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    15 marzo 2019 at 12:25

    Il “Missionario Rampante”.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati