F1 | Ferrari, Vettel: “Mercedes battibili quando siamo allo stesso livello”

"Nel 2017 e 2018 abbiamo avuto la possibilità di vincere ma non siamo stati abbastanza forti per avere voce in capitolo", ha detto l'alfiere della Ferrari

F1 | Ferrari, Vettel: “Mercedes battibili quando siamo allo stesso livello”

Tra i vari temi analizzati nell’intervista rilasciata alla rivista settimanale tedesca Spiegel, Sebastian Vettel ha discusso anche dei suoi anni in Ferrari tracciandone un bilancio.

Se ti impegni in Formula Uno accetti anche di non essere tu il vincitore – ha sottolineato il quattro volte campione del mondo -. Dopo l’introduzione delle nuove regole sui motori ibridi, gli anni fino al 2016 sono stati caratterizzati da una Mercedes totalmente superiore. Per noi sembrava esserci una possibilità nel 2017 e nel 2018, ma ad essere onesti in entrambi gli anni non eravamo abbastanza forti per avere voce in capitolo”.

Ha poi aggiunto: “Ci sono state anche delle ottime gare negli ultimi due anni, buoni risultati, almeno undici vittorie. Ma ciò che rimane è il momento in cui ti rendi conto che è finita”.

Sull’attuale dominio della Mercedes, che ha conquistato quattro doppiette consecutive dall’inizio della stagione, Vettel ha detto: “Hanno la macchina migliore e in modo magistrale hanno messo in pratica la loro superiorità. Ma sono sicuro che possiamo batterli quando siamo al loro stesso livello. Lo abbiamo dimostrato in alcune fasi”.

Il tedesco, parlando della mancata competitività della Ferrari in gara, ha focalizzato l’attenzione su un determinato fattore: “Parliamo dell’ultima gara a Baku: portare i pneumatici alla giusta temperatura è sempre stato un problema in Formula 1; non dovrebbero essere né troppo freddi né troppo caldi. I regolamenti stabiliscono che in gara devono essere utilizzati due tipi di mescole diverse. Come tutti i piloti in prima fila, ho iniziato con la mescola più morbida e di solito dopo due giri le gomme raggiungono la finestra della temperatura corretta. Questo non è avvenuto per me e ho perso sette secondi dalla Mercedes in undici giri”.

Piero Ladisa


Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati