F1 | Ferrari, i numeri della gestione Arrivabene

La Rossa, con Arrivabene team principal, ha ottenuto 14 vittorie e 12 pole position, accarezzando solamente quel sogno iridato che i tifosi ferraristi sperano possa trasformarsi in realtà con la gestione Binotto

F1 | Ferrari, i numeri della gestione Arrivabene

La settimana che sta per concludersi è stata particolarmente frenetica e turbolenta in casa Ferrari. Difatti nel corso della serata di lunedì 7 gennaio, in un comunicato di poche righe, la scuderia del Cavallino ha ufficializzato l’avvicendamento al vertice della Gestione Sportiva tra Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto, con l’ingegnere italo-svizzero promosso nel ruolo di team principal.

Dopo quattro stagioni dunque è terminata l’avventura professionale di Arrivabene in quel di Maranello, che si ritrova dunque ad affrontare una nuova rivoluzione gestionale. Sotto la guida del manager bresciano, giunto alla Corte del Cavallino al termine di un disastroso – sportivamente parlando – 2014 insieme al compianto presidente Sergio Marchionne che successe a Luca Cordero di Montezemolo, la Ferrari ha ottenuto 14 vittorie, 12 pole position e 1919 punti complessivi tra Sebastian Vettel (1127) e Kimi Raikkonen (792).

Particolarmente importanti ai fini statistici i trionfi conquistati nei GP della Malesia 2015 e degli USA 2018, ovvero il primo e l’ultimo colti sotto la gestione Arrivabene. Quella di Sepang firmata da Sebastian Vettel segna infatti il ritorno della Ferrari sul gradino più alto dopo due anni d’astinenza, mentre quella di Austin permette a Kimi Raikkonen di tornare a riassaporare il gusto della vittoria dopo ben cinque anni.

La Ferrari targata Arrivabene ha spezzato inoltre il digiuno da pole position, riconquistando la partenza al palo dopo oltre un triennio con Vettel nelle qualifiche di Singapore 2015. Così come la prima fila tutta rossa ottenuta nelle prove ufficiali del GP di Russia 2017 dopo ben nove anni dall’ultima firmata Raikkonen-Massa a Magny Cours nel 2008. Nonostante gli enormi passi in avanti dal punto di vista della competitività, nelle ultime due stagioni la Ferrari ha solo accarezzato il sogno iridato dovendosi accontentare sia nella classifica costruttori che in quella piloti della piazza d’onore.

Ora i tifosi ferraristi sperano che quel sogno possa trasformarsi in piacevole realtà con la gestione Binotto.

F1 | Ferrari, i numeri della gestione Arrivabene
4 (80%) 5 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati