F1 | Cresce il pessimismo in casa Aston Martin sui regolamenti 2021

Palmer sconsolato: "Non c'è l'intenzione di abbattere i costi"

F1 | Cresce il pessimismo in casa Aston Martin sui regolamenti 2021

In un’intervista rilasciata ai microfoni di Autocar, Andy Palmer ha parlato del possibile ingresso di Aston Martin in Formula Uno come motorista, sottolineando come la realizzazione di questo progetto, dopo le ultime riunioni tra FIA, marchi e Liberty Media, stia subendo una brusca frenata. Secondo quanto riportato dal CEO di Aston Martin, infatti, i motoristi non sarebbero intenzionati ad abbattere i costi legati allo sviluppo e alla fabbricazione delle power unit, fattore che starebbe bloccando l’approdo del marchio inglese in Formula 1.

Mercedes e Ferrari, infatti, vorrebbe proseguire sulla strada intrapresa nel 2016, con costi quasi liberi (i paletti imposti sono davvero minimi dopo l’abolizione del regolamento a gettoni.ndr) e massima libertà di studio per quello che concerne gli aggiornamenti. Parliamo, ovviamente, di una politica ben distante dalla visione di Aston Matin, soprattutto dal punto di vista economico. Nel corso delle prossime riunioni, Palmer cercherà un punto d’incontro con i marchi attualmente impegnati, ma il progetto, dopo l’ottimismo dei mesi scorsi, sembra si stia dirigendo sempre di più verso un punto di non ritorno.

Ecco le parole di Andy Palmer: “Purtroppo sembra che il nuovo regolamento non sia interessante dal punto di vista economico. Non prevedo un abbattimento dei costi nel corso delle prossime stagioni, soprattutto dopo i discorsi avuti con i motoristi nelle settimane scorse, ragion per cui valuteremo attentamente la nostra posizione. Temo resterà l’abitudine di spendere fior di quattrini per la caccia al decimo”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati