F1 | Calendario 2020, Liberty Media programma cinque back-to-back per la prossima stagione

Barcellona e Zandvoort inserite a maggio, Vietnam subito dopo il Bahrain

Liberty pronta a svelare il calendario per la stagione 2020
F1 | Calendario 2020, Liberty Media programma cinque back-to-back per la prossima stagione

Zandvoort e Hanoi potrebbe essere inserite nella prima metà del prossimo calendario mondiale di Formula 1. Secondo quanto riportato dalla rivista Speed Week, Liberty Media avrebbe già completato una prima bozza di calendario 2020, con le nuove gare che sarebbero state posizionate a cavallo tra i mesi di aprile e maggio.

Dopo la classica gara inaugurale di Melbourne, infatti, squadre e piloti dovrebbero affrontare un primo back-to-back, con il Circus che tornerà in pista appena sette giorni dopo in Bahrain. A quel punto ci sarebbe una pausa di due settimane prima della gara in Vietnam, la quale sarebbe posizionata come terzo appuntamento della stagione.

La conferma ufficiale di Barcellona, inoltre, porterà presumibilmente il Circus ad affrontare un secondo back-to-back, con il round spagnolo che verrà posizionato poco prima della nuova gara a Zandvoort, precisamente nel mese di maggio.

Da notare che il campionato comprenderà altri cinque back-to-back, precisamente due prima della pausa estiva (Canada-Azerbaijan, Francia-Austria.ndr) e tre subito dopo la trasferta di Singapore (non ancora precisati.ndr). Il mondiale dovrebbe chiudersi a fine novembre con il classico Gran Premio di Abu Dhabi.

F1 | Calendario 2020, Liberty Media programma cinque back-to-back per la prossima stagione
3 (60%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Eddie Jordan sicuro: “Hamilton ha superato Schumacher”

"Michael ha vinto sette campionati, ma quanti ne avrebbe conquistati se non avesse avuto il sostegno di tutte le altre persone del team?", ha sottolineato l'irlandese
Eddie Jordan non ha dubbi. Il manager irlandese ritiene infatti che Lewis Hamilton debba oramai essere considerato superiore a Michael Schumacher, nonostante alcuni