F1 | Alonso racconta la trattativa con Toyota: “Il piano iniziale prevedeva solo la 24h di Le Mans, ma la Super Season ha cambiato le carte in tavola”

"Il WEC è diametralmente opposto alla Formula Uno" ha aggiunto

F1 | Alonso racconta la trattativa con Toyota: “Il piano iniziale prevedeva solo la 24h di Le Mans, ma la Super Season ha cambiato le carte in tavola”

In un’intervista rilasciata ai microfoni di F1i.com, Fernando Alonso ha raccontato alcuni aneddoti della trattativa che l’ha portato a guidare per Toyota nel mondiale Endurance di quest’anno, rivelando come i primi contatti riguardassero solo la storica 24 Ore di Le Mans. Il piano iniziale, infatti, non prevedeva l’impegno per tutto il campionato, bensì si limitava ad alcuni test in previsione della storica corsa francese.

L’avvento della Super-Season, unito a un calendario favorevole e al ritiro di Porsche, hanno successivamente spinto lo spagnolo a valutare un impegno completo, cambiando proprio in corso d’opera il contratto con la Scuderia nipponica. Così facendo lo spagnolo si è unito a Sebastien Buemi e Kazuki Nakajima nella TS050 #8, entrando a tutti gli effetti all’interno della line-up Toyota per il mondiale 2018.

L’alfiere della McLaren, inoltre, ha sottolineato le differenze tra il FIA World Endurance Championship e la Formula Uno, definendo i due campionati “diametralmente opposti” sia per stile di guida che per regolamenti. Una sfida nuova di zecca con cui il due volte Campione del Mondo di Formula Uno punta a riscattare un paio di stagioni vissute nell’ombra.

Ecco le parole di Fernando Alonso: “L’intenzione iniziale era quella di affrontare solo la 24 Ore di Le Mans. I discorsi con Toyota sono partiti in questo senso e il piano prevedeva una serie di test utili per la corsa francese. L’avvento della Super-Season, unito al ritiro di Porsche, hanno però cambiato tutto. L’opzione della stagione completa è uscita dopo e ho riflettuto sul fatto che fosse una scelta molto più interessante, soprattutto dal mio punto di vista. Non voglio vincere solo la Le Mans, ma diventare campione del mondo del FIA WEC”.

Sulle differenze tra il mondiale Endurance e quello di Formula Uno ha aggiunto: “Il WEC è diametralmente opposto alla Formula Uno. La TS050 è un auto nuova di zecca e richiede una guida diversa rispetto alla McLaren. Sto inoltre entrando in un ambito di lavoro completamente differente e proprio per questo devo adattarmi a nuovi regolamenti. Devo sempre interrogarmi ed essere flessibile”.

“In Formula Uno, durante la corsa, puoi impostare il tuo ritmo e seguirlo, ma qui la situazione è diversa. Ci sono diverse GT da doppiare e l’attenzione dev’essere sempre alta. E’ un modo di intendere le corse completamente differente da quello che conoscevo” ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Perez, Red Bull o anno sabbatico nel 2021

"Se non c'è un buon progetto che mantiene la mia motivazione a dare il 100%, preferirei non accettarlo", ha ammesso Checo
Red Bull o anno sabbatico nel 2021. Non ci sono altre alternative per Sergio Perez che al momento, dopo l’annuncio
Ferrari

F1 | Tapiro d’oro per Charles Leclerc

Il monegasco l'ha ricevuto il noto premio di Striscia la notizia per l'errore commesso in Turchia alla penultima curva
Tapiro d’oro per Charles Leclerc. Anche il monegasco è rientrato così tra le vittime eccellenti della trasmissione satirica Striscia la