F1 | Alonso ottimista: “Renault sta facendo un ottimo lavoro”

"Credo che la squadra abbia tutto ciò di cui ha bisogno per il futuro"

F1 | Alonso ottimista: “Renault sta facendo un ottimo lavoro”

Il due volte iridato è convinto che ora la scuderia di Enstone abbia tutto il necessario per avere successo in futuro. Dopo due anni di assenza, Fernando Alonso ritornerà in Formula 1 a partire dalla prossima stagione prendendo il posto di Daniel Ricciardo. La scorsa settimana, lo spagnolo ha trascorso qualche giorno a Enstone e Viry per le prove al simulatore, al sedile e ovviamente per conoscere la squadra.

“Quei giorni sono stati emozionanti -ha dichiarato Alonso a “Il corriere della Sera”- sono cambiate molte cose, il simulatore è nuovo, la galleria del vento è stata aggiornata, ma certe cose sono rimaste le stesse come gli uffici e la palestra. E’ stato un po’ come il primo giorno di scuola, con tante cose da imparare e informazioni da raccogliere, ma è stato estremamente produttivo. Ho seguito un programma al simulatore, mi sono abituato un po’ alla macchina, ho testato i sistemi. L’ultima volta che sono stato qui il simulatore non esisteva ancora. Ho poi provato il sedile e fatto dei meeting con le persone chiave per capire il programma del prossimo anno”.

Molto probabilmente, il 39 enne avrà modo di provare una monoposto vecchia di due anni già nelle prossime settimane e Renault si sta impegnando affinché l’iberico abbia già la possibilità di prendere parte ai test di Abu-Dhabi. Riguardo al futuro, Alonso è ottimista che il team Alpine (sarà il nuovo nome della scuderia francese, ndr), avrà buone possibilità di dire la sua:

“Credo che la squadra abbia tutto ciò di cui ha bisogno per il futuro. Le ultime gare sono state incoraggianti per tutti, me compreso. Vedere la Renault competitiva di nuovo fa bene a questo sport e sono felice di vedere questi progressi. La strada è ancora lunga e la metà della classifica è estremamente combattuta, ma penso che abbiano fatto un lavoro incredibile in pista. Ora farò tutto ciò che la squadra si aspetta da me: giorni al simulatore, dare il mio aiuto per alcuni weekend ed essere disponibile per qualsiasi cosa di cui il team abbia necessità”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati