F1 | Alfa Romeo, Vasseur sul GP del Canada: “Ci aspettavamo tutt’altra prestazione”

"Stiamo lavorando duramente per comprendere le prestazioni dei pneumatici", ha aggiunto

Raikkonen e Giovinazzi non sono riusciti a portare le proprie C38 all'interno della top ten
F1 | Alfa Romeo, Vasseur sul GP del Canada: “Ci aspettavamo tutt’altra prestazione”

Intervenuto ai microfoni ufficiali del sito Alfa Romeo, Frederic Vasseur ha parlato delle prestazioni di Kimi Raikkonen e di Antonio Giovinazzi nell’ultimo Gran Premio del Canada, settimo appuntamento di questo mondiale 2019 di Formula 1, sottolineando come la scuderia italo-elvetica si aspettasse tutt’altro risultato, soprattutto dopo l’ottima qualifica chiusa da Antonio Giovinazzi.

Nonostante le buone speranze di inizio week-end, infatti, gli alfieri del Biscione non sono riusciti a conquistare punti importanti in ottica costruttori, perdendo ulteriore terreno nei confronti della Mclaren. Una situazione allarmante che la squadra spera di risolvere con i pacchetti evolutivi previsti per le prossime settimane.

“Dopo aver quasi raggiunto il Q3, ci aspettavamo tutt’altra prestazione in gara”, ha dichiarato il team principal dell’Alfa Romeo Racing, Frederic Vasseur. “Tuttavia uno stop supplementare sulla macchina di Kimi, dovuto a una visiera a strappo, ha penalizzato la sua gara. Per quanto riguarda Antonio, invece, la sua corsa è stata resa più complicata da un contatto al primo giro, aspetto che ci ha impedito di correre contro il resto dello schieramento”.

Sulla C38 ha aggiunto: “Stiamo lavorando duramente per comprendere le prestazioni dei pneumatici e nelle prossime settimane porteremo in pista la maggior parte degli sviluppi che abbiamo in programma. Sono fiducioso di poter recuperare la velocità che abbiamo mostrato nella prima parte di questa stagione. L’obiettivo è tornare nella lotta per i punti”.

F1 | Alfa Romeo, Vasseur sul GP del Canada: “Ci aspettavamo tutt’altra prestazione”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati