Christian Horner ammette che c’è mancanza di fiducia tra i suoi piloti

Il team principal Red Bull torna a parlare del sorpasso di Vettel

Christian Horner ammette che c’è mancanza di fiducia tra i suoi piloti

Christian Horner ha ammesso che c’è una mancanza di fiducia tra Sebastian Vettel e Mark Webber che la Red Bull deve gestire.

La decisione di Vettel di ignorare gli ordini di scuderia e passare Webber per vincere il Gran Premio della Malesia ha portato molte critiche al tedesco e ha lasciato un punto interrogativo sul futuro di Webber. Horner comunque ha difeso il campione del mondo dicendo che Webber avrebbe probabilmente fatto la stessa cosa ma ha ammesso che gli ultimi episodi dimostrano una mancanza di fiducia tra i due piloti.

“Sono entrambi dei ragazzi competitivi, entrambi gareggiano duramente. La rottura della fiducia tuttavia è avvenuta in quel di Istanbul nel 2010; è qualcosa che dobbiamo gestire sin dal 2010 ma la cosa più importante è che essi hanno rispetto per l’altro, quando si corre in pista”
, ha dichiarato a Sky Sports il team principal della Red Bull.

“Quello che è successo sabato è stata una sfortuna ma non bisogna fingere che non sia successo, nè all’interno del team nè con le altre squadre… se Fernando Alonso e Lewis Hamilton fossero stati in quella posizione probabilmente avrebbero fatto lo stesso – ha proseguito -. Se Mark Webber fosse stato in quella posizione lo avremmo visto fare la stessa cosa. Dunque, non facciamo i bambini dicendo che è qualcosa che si limita al solo Sebastian, è qualcosa che ogni pilota competitivo ha nel DNA”
.

Alla domanda sul futuro di Webber, se il pilota australiano rimarrà sino al termine della stagione, Horner ha assicurato: “Assolutamente. Mark sa che non ci sono state cospirazioni all’interno del team nel corso di quel weekend; gli abbiamo dato la priorità. Le nostre intenzioni erano di concludere la gara, per minimizzare i rischi – particolarmente a causa del degrado che ci immaginavamo di vedere – dunque l’intento del team era quello di vedere Mark vincitore”.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

78 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati