Chandhok: “La cultura indiana sarà uno shock per molti in F1”

Chandhok: “La cultura indiana sarà uno shock per molti in F1”

Karun Chandhok ha dato qualche consiglio ai piloti ed ai team di F1, che andranno in India per la prima volta. Il pilota ha ammesso che bisogna adottare qualche accorgimento.

Ha dichiarato al giornale svizzero Blick: “La cultura indiana sarà un bello shock per molti di loro. E’ un caos organizzato, come in Malesia o in Brasile. E coinvolge tutto – il traffico, il cibo, il nostro stile di vita. Siamo molto chiassosi e caotici”.

“Sin da quando si arriva si ha esperienza di questa follia, che sorprenderà tutti, ma vuol dire che l’India è un paese con l’anima”.

“Niente è strutturato – se vi dicono per esempio “alle 12.30″, probabilmente per lui vuol dire all’una o alle due. Più o meno si può pensare all’Italia” ha detto ridendo.

Un’ultima dritta è stata riservata al cibo e all’acqua: “Molti si faranno vaccinare, ma bisogna stare attenti col cibo. E bevete solo acqua in bottiglia, non usate il ghiaccio e non mangiate insalata cruda. Solo cibo cotto, così non dovreste avere problemi”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

52 commenti
  1. Polemiche Blog

    25 Ottobre 2011 at 11:42

    Sinceramente si poteva risparmiare la battuta sensa senso. Benchè gli indiani mi siano particolarmente simpatici, caro chandhok, prima che arrivate ad avere la ns cultura (e organizzazione di cibo, strade, ecc) ne passerà del tempo. Vatti a vaccinare va…che mi sa che ti sei preso qualcosa li al cervello!

  2. Iorek

    25 Ottobre 2011 at 14:48

    Ve lo immaginate un pilota che al pit scende dalla macchina perche’ ha bevuto acqua non di bottiglia e scappa in bagno ??? O forse se la fa adosso ? In tal caso non vorrei essere un meccanico

  3. DavideAlex

    25 Ottobre 2011 at 21:13

    Ragazzi miei, vi rendete conto che state paragonando l’Italia ad un paese dove la gente muore di fame, malaria e colera per le strade? Non è perchè hanno iniziato ad esportare in occidente che all’improvviso diventano tutti belli, bravi, buoni, ricchi o geni in matematica, il tutto senza contare tutti gli altri stereotipi che ci stanno propinando i media! L’India non è affatto come la Cina come vogliono farci credere, è ancora indietro anni luce a livello economico, sociale e di standard di vita. E poi noi italiani saremo lenti (non come gli indiani comunque, questo ve lo assicuro per esperienza personale), avremo la crisi, la disoccupazione alle stelle, dei politici corrotti e la mafia, ma quì nel bene o nel male si vive ancora bene, specialmente rispetto all’India. Si fa presto a parlare commentando seduti comodi in poltrona, ma chiunque di quelli che hanno elogiato l’India se fosse nato là a quest’ora non solo non starebbe certo quì a scrivere sul blog …

    • DavideAlex

      25 Ottobre 2011 at 21:14

      togliete il non solo, errore di battitura 😉

    • Iorek

      26 Ottobre 2011 at 00:23

      Tu non conosci l’india, quindi parli da grande ignorante .
      Prima di scrivere certe cose documentati e non essere tu per primo vittima dei media

    • DavideAlex

      27 Ottobre 2011 at 08:39

      Io di indiani ne ho conosciuti e tra loro non ce n’è stato uno che dopo essere venuto in Italia ha detto che in India si vive meglio. Inoltre i miei genitori hanno lavorato a stretto contatto con gli indiani e ho avuto modo di vedere i loro metodi, la loro lentezza e la corruzione di cui sono vittima, che è ben peggiore della nostra. Detto questo Iorek, vai a vivere un mese senza aria condizionata d’estate, riscaldamento d’inverno, bevi l’acqua del Gange che ti provoca la dissenteria, mangia i cibi infettati, rischia di prenderti la malaria e il colera, poi quando torni ne riparliamo.

      • DavideAlex

        27 Ottobre 2011 at 08:41

        E quando dico di andare in India non dico di andare a vivere allo Sheraton 5 stelle, vivi proprio tra loro, in mezzo alla miseria …

      • IOREK

        27 Ottobre 2011 at 12:15

        Ho vissuto 1 anno in India, e non allo sheraton, conosco molto bene la realta’ Indiana.
        Hanno moltissimi problemi, lo sapiamo benissimo, ma non puoi mettere sullo stesso piano cultura e poverta’.
        La cultura indiana e’ diversa da quella occidentale ma e’ antichissima, anche piu’ antica della nostra.

        Ti ricordo,parlando di oggi,che la cina e’ la piu’ grande dittatura del mondo,
        l’india e’ la piu’ grande democrazia del mondo.

    • DavideAlex

      27 Ottobre 2011 at 08:45

      Badate bene, quì si parla di stile di vita, non di superiorità o inferiorità di una cultura, non vorrei essere frainteso.

  4. controaltare

    26 Ottobre 2011 at 14:00

    Trovo simpatico quanto ha detto il pilota indiano. Ha fatto accostamenti forse un po’ esagerati, ma li ha fatti solo per farci capire meglio la situazione che c’e’ in quel paese. Non dovremmo prendercela troppo noi italiani, in fondo siamo noi i primi a criticare e a vezzeggiare il Paese in cui viviamo…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati