Boullier: “Vettel ha fatto perdere tempo a Grosjean”

Per il boss Lotus è il principale motivo della mancata vittoria del franco-svizzero in Ungheria

Boullier: “Vettel ha fatto perdere tempo a Grosjean”

Eric Boullier è convinto che il mancato successo di Grosjean sia dovuto più alla Red Bull che ad inizio corsa ha fatto da tappo, piuttosto che al drive-through comminato per essere uscito con le quattro ruote dal tracciato nel tentativo di passare Massa al venticinquesimo giro.

“Ci aspettavamo un risultato migliore, purtroppo però Romain è rimasto a lungo bloccato dietro a Vettel durante il primo stint e questo gli ha fatto perdere tempo e ha allontanato le chance di vittoria – la tesi del team principal Lotus –  Abbiamo cercato di modificare la strategia visto che la gestione gomme ce lo consentiva, ma il pit-stop è stato più lungo del dovuto e si è trovato così alle spalle di Button. Più tardi poi c’è stata la penalizzazione per il suo sorpasso su Felipe, che tra l’altro ha lui stesso definito troppo dura. Anche se ovviamente condividiamo il suo pensiero abbiamo dovuto accettare la decisione dei commissari. Se le regole ci sono, vanno rispettate”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

14 commenti
  1. Ronnie

    29 Luglio 2013 at 16:06

    Si certo è colpa di Vettel, avete adottato una strategia del caxxo ecco perchè siete finiti dietro a Button, ma daltronde anche la Redbull con Vettel ha toppato strategia.

    Siete arrivati dietro perchè Grojean si è beccato una penalità in gara e una alla fine, tanto per essere sicuri che non finisse tra i primi, 2 penalità inesistenti questa volta.

    • Emanuele

      29 Luglio 2013 at 17:23

      Scusa ma non sono d’accordo una penalità ci sta, dopo il contatto con button mentre ha cercato il sorpasso ha tagliato la chicane e non ha ridato la posizione, la squadra poteva aiutarlo e suggeriglielo, invece sono andati avanti e dopo il pit stop non era più possibile quindi da regolamento è passaggio ai box.
      Il sorpasso su massa invece per me era regolare perchè il cordolo fa parte della pista e le due ruote interne erano sul cordolo e quelle esterne no ma lo abbiamo visto fare un sacco di volte e quindi non è uscito dalla pista con quattro ruote.
      Comunque mi ha fatto divertire come al solito bravo grosjean ma ormai dopo le tante cappellate sei sotto osservazione quindi fai attenzione 🙂

      • Gianca

        29 Luglio 2013 at 17:54

        Il passaggio ai box è stato per il sorpasso a massa(perfinho massa ne è stato sorpreso) mentre i 20 secondi per quello su button, non pensi che se button non lo toccava lui la chicane la faceva tranquillamente? tra l’altro ormai era davanti, button bastava che frenava un pelo prima dato che ormai era dietro e rimaneva un pelo più largo, gurda che ha fatto weber quando hamilton lo ha sorpassato…

      • Emanuele

        29 Luglio 2013 at 18:24

        Si sono d’accordo il sorpasso su massa è stato bellissimo e corretto a mio avviso, mentre su button è vero che se non si toccavano magari lui la chicane la faceva, ma visto che lo ha toccato e poi ha tirato dritto non è stato un sorpasso corretto e doveva ridare la posizione anche perchè button l’ha fatta la chicane e si è visto che grosjean tirando dritto ha preso un bel margine.

  2. Gianca

    29 Luglio 2013 at 17:11

    Hanno le tasche troppo leggere per aver peso con la fia, per cui penalità a go go…hanno osato avvicinarsi alle intoccabili…

    • Emanuele

      29 Luglio 2013 at 17:30

      Ma raikkonen è intoccabile mi pare, quando qualcuno gli si affianca per un sorpasso lui chiude la porta in faccia in malomodo come ha fatto con perez a monaco o in questo gp a vettel.
      Fai attenzione per me queste manovre sono dure ma corrette ma la regola di quest’anno dice che se un avversario dietro porta l’alettone anteriore all’altezza della gomma posteriore di chi lo precede deve avere strada, o meglio chi lo precede deve lasciargli lo spazio che sia all’interno o che sia all’esterno, insomma non può chiudere la porta come invece fa kimi.
      Comunque concordo che con grosjean siano molto duri rispetto agli altri ma lui ne ha combinate parecchie tra tamponamenti e manovre folli.

      • Gianca

        29 Luglio 2013 at 17:41

        infatti i 20 secondi li hanno dati a groajean invece che a button….hamilton gran sorpasso, ma se weber non andava fuori pista sai che botto facevano???Ormai la fia fa valere le regole a seconda di chi si trova davanti…sicuro che le regole parlino di ruota posteriore, non son sicuro, ma credo parlino di quella anteriore, anche perchè diventa difficile per chi è davanti controllare dove sta l’alettone di chi sta arrivando…

      • Gianca

        29 Luglio 2013 at 17:48

        Certo grojean è sempre stato punito, ha perfino saltato un gp, credo nessuno sia mai stato punito come lui, credo abbia già pagato a sufficienza, oppure ora ogni due tre Gp si merita una sanzione di ufficio??? Mi ricorda tanto hamilton qualche hanno fa, quando veniva punito a raffica, poi per sua fortuna è arrivato grojean e ora le punizioni di ufficio son tutte sue. Nota che ieri, e da ferrarista dico per fortuna, Alonso non ha subito penalità per il malfunzionamento del drs, non ha tratto vantaggio, ma seppur per un errore della squadra ha infranto la regola e una sanzione sarebbe stata sacro santa. Non parliamo di cose ben più gravi tipo la mercedes che si fa i test in segreto e si sceglie la pena, o la redbull che cambiava gli assetti tra prove e gara con utensili nascosti e presa sul fatto a cui non han fatto nulla, ecc. ecc. ecc.e chissà quante cose non vengono neppure rese note…

      • mario

        29 Luglio 2013 at 18:06

        @ Gianca

        Concordo con te.Hamilton dopo un 2007 nel quale gli venne concesso tutto(addirittura la gru lo tirava fuori dalla sabbia rimettendolo in pista),per anni pago’ ogni minima cosa.Ora con Grosjean stanno facendo la stessa cosa.Questo mi spinge a dire che in F1 l’uniformita’di giudizio e’ pura utopia.

      • Emanuele

        29 Luglio 2013 at 19:00

        @ gianca
        Il regolamento pala di porzione significativa della vettura
        Per chierire meglio e andare incontro alle richieste dei piloti, Whiting ha ulteriormente precisato quanto segue: “Per chierire ogni dubbio, se una parte dell’ala anteriore della macchina che segue si trova a fianco della gomma posteriore della macchina davanti, allora questa può essere definita una ‘porzione significativa’”.

      • Gianca

        29 Luglio 2013 at 20:48

        Ok se il regolamento è scritto così allora hai ragione, evidentemente le sanzioni per kimi le paga il compagno…vedremo come si comporteranno in futuro quelli della fia, per chi valgono e per chi non valgono queste regole…ma poi uno che arriva in staccata al limite, come fa essere sicuro se l’alettone dell’avversario è davanti o dietro la ruota posteriore????Se iniziano a far rispettare questa regola a tutti, altro che drs, basta raggiungere qualcuno e questo gli tocca farsi da parte come fosse un doppiato con bandiera blu….alla luce di ciò vettel aveva ragione a lamentarsi di raikonen, assurdo a dir poco….facessero rispettare veramente la regola del massimo un cambio di traiettoria per chi sta davanti sarebbe già tutto risolto…è sempre più una pagliacciata…

  3. Gianca

    29 Luglio 2013 at 20:52

    visto il regolamento da te citato ancor di più andava punito button anzichè grojean non trovi???button per primo non ha lasciato passare la lotus, no???che regole del piffero…

  4. Jonnif1

    30 Luglio 2013 at 14:13

    comunque una riflessione da fare tutti adesso puntano sulla Mercedes
    ma la vera novità
    e che al Gran Premio di Germania per Vettel è
    stato quasi impossibile vincere
    e se Grosjean fosse passato al secondo
    probabilmente avrebbe vinto con una Lotus prima e terza
    io non so come hanno fatto ad evolvere in cosi poco tempo
    considerando che erano la quarta forza del campionato

    • Gianca

      30 Luglio 2013 at 17:46

      quoto in pieno,forse al contrario di altri che non hanno digerito queste gomme, a sorpresa ha loro siano andate particolarmente a genio….
      forse anche il tipo di pista ha dato una mano….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati