Barrichello: “Non ricordo di aver portato la bara di Senna”

A pochi giorni dall'1 maggio il brasiliano torna sul tragico weekend di San Marino del '94

Barrichello: “Non ricordo di aver portato la bara di Senna”

Quando domenica i ragazzi del Circus saranno intenti a darsi battaglia sul veloce tracciato di Sochi il pensiero di molti tornerà all’1 maggio del 1994 e a Senna, tragico protagonista di uno dei weekend più oscuri del motorsport che vide altresì la scomparsa del rookie Roland Ratzenberg.

Chi invece riuscì a sfuggire alla donna in nero fu Rubens Barrichello vittima pure lui di un capitomobolo da brividi mentre era al volante della sua Jordan nel corso delle libere del venerdì.

“Non ricordo nulla dell’incidente di Imola. So solo che volevo mettermi in luce. Ci credevo ma la mia monoposto non si dimostrò della stessa idea e finì violentemente contro le barriere” – il racconto del pilota di San Paolo a Fox Sports.

“La cosa peggiore fu l’amnesia che mi colpì per almeno un mese, ad esempio rimossi il funerale di Ayrton e di aver portato la sua bara. Oggi ancora vedo le foto e non mi dicono niente” – la confessione del 43enne che Beco aveva indicato come il talento più promettente dell’automobilismo brasiliano.

“Non fu facile per me riprendere a correre – ha quindi aggiunto l’attuale commentatore tv – Avevo dei forti dubbi. Mi imposi però di affrontare il primo giro del rientro full gas e così feci. Andò bene e optai per continuare”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. morriss

    morriss

    27 Aprile 2016 at 15:07

    quello fu 1 tragico e triste week end.Ancora oggi ricordo la voce di poltronieri altamente soporifera rispetto alla drammaticità degli eventi e delle immagini. Poco importa chi vinse e x quanti anni ancora, quel giorno la F1 perdeva x sempre Ayrton Senna Da silva x me il piu grande pilota che avrebbe (secondo me) cambiato la storia recente della F1 stessa. Ma il destino ha pensato diversamente! Ciao Ayrton in tanti non potranno dimenticarti mai!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati