Alonso: “Ferrari 200 volte meglio dell’anno scorso”

Lo spagnolo ottimista in vista di Melbourne

Fernando Alonso ha dichiarato che il livello attuale della Ferrari è 200 volte meglio rispetto a 12 mesi fa. La squadra italiana nel 2012 aveva vissuto un inverno difficile con la F2012 rivelatasi meno competitiva del previsto nella prima gara della stagione. Quest’anno la Ferrari F138 è parsa subito veloce e Alonso è ottimista in vista della prima gara.

Lo spagnolo ha rilevato Felipe Massa nella seconda giornata di test a Barcellona e nonostante le condizioni incerte si è detto soddisfatto dei progressi del team.

“Ovviamente le condizioni qui erano un pò strane oggi, quindi è molto difficile fare paragoni con la scorsa settimana o l’anno scorso” ha commentato Alonso dopo 102 giri. “Probabilmente l’ottimismo che abbiamo ora è decisamente maggiore rispetto all’anno scorso nello stesso periodo. Nell’ultmo test l’anno scorso sapevamo di essere circa due secondi dietro i leader. Avevamo previsto di non essere in Q3 in Australia e così fu. Questa volta è diverso. Siamo molto più ottimisti. L’obiettivo era ridurre il gap che avevamo in Brasile, che era di sette o otto decimi, e speriamo di aver ridotto quel gap e di arrivare in Australia in una forma migliore rispetto al Brasile, il che significa 200 volte meglio dell’anno scorso”.

Il due volte campione del mondo non vede motivi per cui la Ferrari non dovrebbe essere in grado di lottare anche quest’anno per il titolo: “Sì, penso di sì” ha risposto a chi gli chiedeva se sente di poter lottare per l’iride quest’anno. “Non vedo ragioni per non pensarlo. L’anno scorso abbiamo avuto un inverno molto difficile, eravamo completamente persi, non sapevamo quello che accadeva alla vettura. E con quella vettura abbiamo lottato per il titolo fino all’ultima gara in Brasile. Ora abbiamo una vettura che risponde bene ai cambiamenti ed è qello che ci aspettavamo. Sappiamo di non essere ancora forse i più veloci, ma il potenziale c’è in questa vettura”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

41 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati