Renault: delle prove libere ricche di eventi, ma soddisfacenti

Renault: delle prove libere ricche di eventi, ma soddisfacenti

Per la Renault è stato un venerdì impegnativo a Montreal, condizionato, come per tutte le altre scuderie, da una serie di interruzioni che hanno stravolto i programmi di lavoro del team.

Nick Heidfeld, nono: “E’ stato un venerdì ricco di eventi, ma senza troppi problemi da parte nostra. Siamo stati in grado di adoperare entrambi i tipi di gomme, e non ci sono sorprese da questo punto di vista, tuttavia dobbiamo migliorare il bilanciamento della monoposto con la mescola più morbida. Inoltre, la nuova ala posteriore ed il DRS stanno lavorando bene. L’unica brutta notizia è che non ho potuto fare delle serie lunghe di giri nel pomeriggio per colpa delle bandiere rosse. Per quanto sia migliorata rispetto alla mattina, la pista rimane comunque scivolosa e qualcuno è stato colto di sorpresa da queste condizioni. I prossimi giorni dovrebbero essere migliori; ci aspettiamo della pioggia, quindi dovremo essere flessibili durante il weekend. E’ stato bello vedere molta gente nelle tribune di venerdì – sembrava di essere nel giorno della gara”.

Vitaly Petrov, ottavo: “E’ stato frustrante non poter fare molti giri durante la prima sessione di prove; prima di tutto, hanno dovuto sistemare la mia radio, poi il pedale d’accelerazione ha dovuto essere sostituito. Con le bandiere rosse, il mio tempo è stato ancor più limitato. Tuttavia, sono riuscito a fare dei buoni giri nella seconda sessione e ho visto come le gomme super soft avessero più grip. Sono soddisfatto della seconda sessione di prove, perché abbiamo ottenuto tutto quello che volevamo. Ho un buon bilanciamento della macchina e ho fatto qualche stint più lungo, dopotutto è stata una buona e soddisfacente giornata di lavoro. L’unica cosa da tenere in conto è che la pista evolverà nel fine settimana, quindi le cose possono cambiare nel giro di un paio di giorni”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati