Whitmarsh: “Contenti dello spirito di Perez”

Il boss McLaren plaude al suo pilota malgrado le manovre al limite

Whitmarsh: “Contenti dello spirito di Perez”

Martin Whitmarsh non se la sente di gettare la croce addosso al “suo” Perez che a Montecarlo si è reso protagonista di manovre discutibili, in particolare quella che ha rovinato la gara di Räikkönen facendogli perdere punti preziosi per la lotta iridata e ai media che gli chiedevano un parere in proposito ha così risposto: “Non credo ci sia nulla da ridire, sono cose che capitano spesso in questo gran premio e noi siamo contenti del suo spirito battagliero. Ha fatto dei bei sorpassi, per cui non posso che essere soddisfatto. Riguardo al contatto più importante ognuno ha dato una versione diversa, per Checo è stato Kimi a chiuderlo non lasciandogli spazio, mentre il finlandese ha sostenuto che stava difendendo la sua linea e Sergio si è inserito in maniera troppo aggressiva. Certamente è stato un tentativo azzardato, ma le corse prevedono dei rischi alle volte. Se la manovra riesce sei un eroe, altrimenti rimani deluso. Alla fine anche a lui è andata male, ha danneggiato l’ala e alcuni detriti gli sono entrati nel canale dei freni facendoli surriscaldare e di conseguenza si è dovuto ritirare”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

26 commenti
  1. grippato

    27 Maggio 2013 at 16:59

    No dai ma scherziamo davvero. Io non mi lamenterò più di Domenicali dopo quest’uscita.
    Sembra il papà coi soldi del bulletto delle medie, che qualunque casino combini, “ci pensa papà”.
    Così può continuare a far disastri pure convinto di aver ragione.
    Dopo le uscite che ha detto una sberla in faccia non gliela toglie nessuno, altrochè.

    • hero

      27 Maggio 2013 at 21:15

      Almeno Perez ci ha provato a sorpassare…

      • grippato

        28 Maggio 2013 at 01:21

        C’è chi ci ha provato è c’è riuscito nettamente meglio, senza sbattere nessuno fuori. E’ così che si fanno le cose.
        Sbagliare ci sta, pretender pure di aver ragione, e andare dagli amici al bar a bullarsi che Alonso e Raikkonen sono della stessa pasta, bè ragazzi, per me questo è da mandare a zappar la terra immediatamente.

      • Franz Iacobelli

        28 Maggio 2013 at 22:10

        Fare o non fare, non c’è provare dice Yoda in “Guerre Stellari V, L’impero colpisce ancora”!
        Se uno le cose non le sa fare non le fa!
        Raikkonen pure c’ha provato a fare dei sorpassi, ma con una differenza, lui LI SA FARE, e infatti è risalito da 16° a 10° su una pista dove un solo sorpasso è impossibile.
        Perez non ha giustificazioni

    • Ele (mclaren)

      27 Maggio 2013 at 22:43

      badate al vostro bollito Massa…

      • grippato

        28 Maggio 2013 at 01:23

        Nulla da obbiettare su Massa bollito, ci mancherebbe.

      • Max Bassanet

        28 Maggio 2013 at 20:41

        almeno il bollito è davanti di almeno 30 punti da perez

  2. Revolver

    27 Maggio 2013 at 17:13

    Whitmarsh è troopo furbo per pensare veramente quello che dice.
    E si “coccola” Perez per 2 ragioni:
    A) PEREZ PORTA IN CASA UNA MAREA DI SOLDI
    B) PEREZ PORTA IN CASA UNA MAREA DI SOLDI

    Tutto il resto è noia e questo è quanto.

    • grippato

      27 Maggio 2013 at 20:43

      Certo, ovvio.
      Ma è un viscido verme proprio per quello.
      Ad Hamilton, senza l’appoggio dei miliardi di Slim, non riservava lo stesso entusiasmo per le stesse manovre…

  3. tommy webfit

    27 Maggio 2013 at 17:25

    Senza Perez ci saremmo un po’ annoiati diciamo la verità! Secondo me il ragazzo ha del potenziale, va già quanto Button che è un campione del mondo…ma ha molti più margini di miglioramento e se la macchina comincia ad andare ci divertiremo!

  4. W McLaren

    27 Maggio 2013 at 17:47

    Non c’è nulla da dire, le parole di Martin sono davvero molto sagge. Ha perfettamente ragione, perché il tentativo (azzardato) di sorpasso su Raikkonen è stato, appunto, azzardato. Ma non siamo mica a giocare a bocce. Dopo, che Raikkonen sia arrabbiato ci sta, ma Sergio non è che abbia fatto chissà che, ha tentato solamente di entrare, in ritardo, ma sono cose che capitano, ci abbiamo rimesso anche noi. Forza Sergio che con questo spirito combattivo possiamo migliorare la macchina e salire in posizioni di rilievo.

    • Franz Iacobelli

      28 Maggio 2013 at 22:13

      certo non ha fatto mica chissà che, ha solo danneggiato Kimi facendogli perdere posizioni e punti importanti.
      Non siamo a giocare a bocce, ma non siamo nemmeno in trincea!
      Se vuoi superare qualcuno devi saperlo fare, non basta che ci provi, perché quello che conta E’ IL RISULTATO, I PUNTI E BASTA! Scusate se lo scrivo in maiuscolo ma è un concetto di cui molti si sono dimenticati.
      A fine anno il titolo lo vince chi ha più punti, non chi ci prova di più o chi vince più gare

  5. michele

    27 Maggio 2013 at 18:09

    Tutti contenti col dio Danaro.

    Gli anni scorsi quando Hamilton provava a fare un sorpasso un po’ al limite:

    Martin

    devo ammattere che è un po’ da verificare con Lewis questo suo comportamento, …certo è che il team non ha avuto vantaggio da questo comportamento…verificheremo, ma anche Lewis sa che forse doveva essere un po’ più cauto etc…(faccia dalla quale traspariva un forte malumore)

    oggi con Perez:

    martin

    Contenti dello spirito di Perez (faccia estasiata)

    forse lo spirito per disinfettare le ferite?..non è meglio l’acqua ossigenata?

    • Franz Iacobelli

      28 Maggio 2013 at 22:16

      ma no, per spirito intende dire senso dell’umorismo! Perché ci vuole del senso dell’umorismo a vedere che un team come la McLaren abbia scaricato Hamilton per prendere uno come Perez, che quest’anno come pilota fa ridere.

      • W McLaren

        29 Maggio 2013 at 12:12

        Non c’è mica bisogna che ti risponda vero?

  6. io

    27 Maggio 2013 at 19:11

    Anche se pensasse che sia la più grande sega del pianeta, non lo andrebbe di certo a dire a lui o alle telecamere.
    E’ pur sempre un suo pilota e pure giovane, fin quando correrà per la McLaren dubito che Whitmarsh dirà qualcosa di veramente negativo su Perez, anche perchè non lo ha mai fatto con nessuno o almeno non nelle interviste.

    Personalmente sono sicuro che lo ritiene un pilota con tantissimi limiti e neanche un futuro campione, però magari pensa che sia uno che può fare la parte del secondo pilota in grado di migliorarsi. Il team radio di Barcellona e la riunione post Bahrain mi fanno credere che il suo pensiero sia proprio questo.

  7. un meccanico della dacia Logan e Duster

    27 Maggio 2013 at 19:54

    Si vede che la McLaren non è interessata al campionato costruttori .
    Io credo che in privato si sia preso una bella lavata di capo

  8. Ele (mclaren)

    27 Maggio 2013 at 22:46

    “Se la manovra riesce sei un eroe, altrimenti rimani deluso”..quanto è vero..se sverniciava Kimi avrebbe preso un voto più alto di Rosberg 😉
    ..ma come ho detto in altre notizie..lui almeno ci ha provato..
    nei sorpassi precedenti si è comportato aggressivamente ma con determinatezza…bravo!

    • ing. Cosimo

      28 Maggio 2013 at 15:17

      non ha provato a sorpassare, ha provare a rubare una posizione sfruttando il regolamento, ha funzionato con alondo allora funziona per tutti..

      • ing. Cosimo

        28 Maggio 2013 at 15:18

        errore alondo..volevo scrivere alonso

  9. MC-Nicky69

    28 Maggio 2013 at 08:50

    A inizio stagione non ero affatto contento della decisione della Mclaren di prendere Perez ma ora mi sto pian piano ricredendo e Checho comincia a piacermi!
    La sua gara in Bahrein e l’ultima a montecarlo sono state stupende con queste due prestazioni si è meritato il sedile su cui siede, a monaco si è conclusa con un incidente e un ritiro ma su una pista così capita spesso, ha fatto bene a provarci!
    In qualifica è sempre vicino e ultimamente anche davanti a Button che anche se non considerò un fenomeno come Alonso o Hamilton è sempre un gran pilota, per ora sta facendo bene se la macchina migliorerà sono sicuro che Perez possa vincere almeno una gara!

  10. Davide78d

    28 Maggio 2013 at 09:09

    GENTE, LE RUOTE STERZANTI SONO SOLO QUELLE ANTERIORI!

    Come si fa a pretendere che il pilota che ti precede si faccia da aprte per aver allineato appena la propria ruota anteriore a quella posteriore della macchina che precede, è IMPOSSIBILE !!!!!

    solo quando il muso della tua macchina arriva a superare metà macchina che precede
    puoi pretendere che quello d’avanti ti dia strada.
    Nella dinamiche dell’incidente con Räikkönen la lotus non poteva in nessun modo spostarsi lateralmente!

    Perez è di una arroganza spaventosa, al posto di Räikkönen avrei sputato in un occhio a lui e tutti quelli che lo sostengono!

  11. ivan

    28 Maggio 2013 at 09:11

    mah !!!!
    se Perez ha fatto bene a provarci, Raikkonen ha fatto bene a difendersi.. meglio di Button ed Alonso.. troppo remissivi e ligi al regolamento.
    Togliamo un po di telecamere e lasciamoli guidare!!!!!!!!!

    • Angelus

      28 Maggio 2013 at 22:33

      Se sono ligi lo sono troppo, se non lo sono, non lo sono abbastanza, secondo me ha fatto bene alo a scansarsi e ad evitare incidenti, così come ha fatto bene Raikkonen a buttare fuori quel presuntuoso, il problema è che ci ha rimesso pure lui..quello che è scandaloso è la fia che fa dare posizioni inutili e poi non sanziona nemmeno quello che i piloti li butta fuori!

  12. Angelus

    28 Maggio 2013 at 22:30

    Il 33enne finlandese, che aveva definito il proprio avversario come un “idiota”, ha escluso un chiarimento faccia a faccia con il messicano: “Non servirebbe a niente“.

    Raikkonen ammette che l’episodio di Montecarlo potrebbe costare carissimo nella lotta al titolo: “Abbiamo perso tanto terreno da Vettel, è inammissibile buttare via punti in questo modo“.

    Il pilota della Lotus ha poi ammesso che un rimedio per redimere Perez potrebbe essere quello di “dargli un bel pugno in faccia!“.

    Intanto il comportamento del 23enne nativo di Guadalajara viene apprezzato dal team-principal della McLaren Martin Whitmarsh: “Sono felice per lo spirito che mette in pista, sempre alla ricerca di una nuova sfida. A volte ci sta spingere un po’ di più e Sergio ha fatto davvero dei grandi sorpassi“.

    Al manager britannico ha risposto poi Fernando Alonso: “Solo in McLaren possono essere contenti del comportamento di Perez…“.

    Ecco qua, finalmente l’ice si è sciolto!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati