Vettel: “Non è stata una gran gara, ma il risultato è ok”

Il tedesco della Red Bull sorpreso dalla lentezza iniziale delle Mercedes

Vettel: “Non è stata una gran gara, ma il risultato è ok”

Chi da Montecarlo può andare via con il sorriso è certamente Sebastian Vettel. Scavalcato Hamilton grazie alla strategia e alla safety car, il tedesco non ha dovuto fare ulteriore fatica se non condurre la sua Red Bull al traguardo accettando di buon grado o quasi il secondo posto consapevole della giornata storta dei suo diretti rivali per il mondiale, con Fernando Alonso apparso sottotono e Kimi Räikkönen in realtà mai brillante nel weekend, sul finale danneggiato da un Sergio Perez in versione kamikaze.

“Sono partito benissimo, ma purtroppo non ho trovato spazio e ho dovuto accodarmi alle due Mercedes – ha spiegato ai media  – Sono rimasto sorpreso da quanto erano lente all’inizio, sembravano due autobus più che frecce d’argento, ma ovviamente dovevano fare gioco di squadra e la loro intenzione era di non spremere più di tanto le gomme in modo da fare solo uno stop. Avevano il passo quindi potevano permettersi di comportarsi così, anche perché ogni volta che mi avvicinavo a Lewis lui allungava, purtroppo per lui però la vettura di sicurezza ha giocato a nostro favore e io e Mark l’abbiamo passato. In generale non è stata certo una gara molto eccitante, ma mi posso definire contento del risultato”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

18 commenti
  1. 91.

    27 Maggio 2013 at 14:53

    O secondo oppure terzo, non avevi altre possibilità questo week end.

    • ing. Cosimo

      28 Maggio 2013 at 10:38

      Come volevasi dimostrare vettel arriva sul podio è puntualmente Mark fà roba simile…poi ne riparliamo ai prossimi gp

  2. Max

    27 Maggio 2013 at 15:40

    Si sa Monaco e’ cosi’
    ma 18 punti
    sono ottimi.
    😉

  3. Heathcliff

    27 Maggio 2013 at 15:57

    Complimenti a Nico, ma ieri la F1 ha toccato il fondo. Ha ragione Vettel, il passo gara era quello di un autobus e senza gli incidenti e le conseguenti safety car qualcuno qui nemmeno si ricorderebbe che si è corsa una gara di F1. Questo è ciò che succede quando il diktat di Ecclestone è “I piloti pensino ad usare bene le gomme”. Lo hanno fatto. Godetevi lo spettacolo. E godetevi i “sorpassi” di Perez, proprio da manuale della F1: tira dritto fino a che il tuo muso affianca l’avversario, se l’avversario taglia per evitare il contatto è ok (Alonso), se ti chiude è colpa sua (Raikkonen). Sorpassi 2.0.

    • Heathcliff

      27 Maggio 2013 at 15:59

      errata corrige: “se l’avversario taglia per evitare il contatto è ok (Alonso) perchè deve “cederti” la posizione.

    • luciano

      27 Maggio 2013 at 17:41

      innanzitutto non è stato un gp rovinato dalle gomme… visto che comunque il pit stop sarebbe stato lo stesso unico, il problema è una pista dove non si puo sorpassare in pista, non si possono fare strategie diverse, e dove i piloti che puntano al titolo evitano di prendersi il rischio di un sorpasso che vale 2 punti in piu. perez ha fatto dei grandi sorpassi, ma bisogna anche vedere cosa aveva da perdere.. lui non lotta, e non lotterà mai per il mondiale quest anno, è facie prendersi dei rischi cosi.. poi la penalità ad alonso è stata ingiusta.. ha evitato un incidente dove non c’è spazio materiale per girare in 2(con quello all interno che arriva unpo lungo) raikkonen ha fatto la sua traettoria normale, quando ha iniziato a frenare perez era ancora dietro di lui..

    • giallo81

      27 Maggio 2013 at 20:34

      @Heathcliff .

      Ma Montecarlo è sempre stata così, se sei dietro devi adeguarti a meno che non rischi parecchio e/o il tuo avversario sbaglia.

      Conta molto di più lo champagne, i motoscafi, il glamour e le gnocche.

      Poi di tanto in tanto si guarda qualche vettura di f1 girare in pista; non capisco perchè lo scopri ora.

      • Heathcliff

        27 Maggio 2013 at 21:15

        Questo era il 20° gp di montecarlo che vedevo. A mia memoria, non ricordo di aver mai visto un treno di macchine di testa così lungo durare 70 giri, con distacchi inferiori al secondo tra una macchina e l’altra. E poi si vedeva che giravano 2-3 secondi sopra al limite per conservare le gomme. Ed anche questo non lo avevo mai visto in un gp di Montecarlo. Che poi Montecarlo non sia una pista di F1, penso siamo tutti d’accordo, ma in passato qualche emozione in più c’è stata, e se non altro qualche giro veloce. Stavolta manco quello…a parte Raikkonen alla fine, che però ci siamo persi grazie alla “fantastica” regia.

      • giallo81

        27 Maggio 2013 at 21:42

        Bhè e se non si sono superati in 70 giri uno attaccato all’altro come ti sarebbe piaciuto che si superassero? ai box? ti piaceva di più così?

        Bello il sorpasso di Vettel su Hamilton eh?

        Sinceramente Vettel non l’ho mai visto attacare Rosberg, neanche nella seconda parte di gara quindi Rosberg non è che andava così piano (e credo che Hamilton senza quello sbaglio gli sarebbe finito davanti). Inoltre quando è lui a rallentare nelle curve + del dovuto non si sorprende….

      • Gianca

        28 Maggio 2013 at 11:03

        mercedes e redbull non hanno mai tirato, vettel non aveva interesse di spingere su rosberg, sapeva che anche una volta raggiunto non lo avrebbe mai passato, per cui rosberg ha potuto andare a spasso senza tirare, ma quando mai si vedrà apparire la scritta del giro veloce per la catheram???? Ormai qui a monaco potrebbero organizzare solo una mostra di f1, per le gare ci vogliono piste vere, correre qui è ridicolo!

      • giallo81

        28 Maggio 2013 at 20:42

        Vettel non ne aveva rispetto a Rosberg altrimenti lo avrebbe attaccato, o quanto meno si sarebbe fatto vedere negli specchietti almeno una volta, cosa che non è successa (amministrare si ma fino ad un certo punto).

        E ti dirò al posto di rosberg penso che avrebbe fatto la stessa cosa nei primi giri.

  4. Max Bassanet

    27 Maggio 2013 at 20:55

    monaco come circuito andrebbe abolito, oltre ad non essere sicuro.

  5. fa

    28 Maggio 2013 at 09:10

    E’ abbastanza singolare che la Fia voglia far modificare le gomme per motivi di sicurezza, decisione che se non nasconde altri intenti, è chiaramente condivisibile, ma non si preoccupa minimamente della sicurezza totalmente mancante in un tracciato come Montecarlo che mortifica le gare di F1 e che come unico scopo prefigge il divertimento di miliardari annoiati.

  6. Jonnif1

    28 Maggio 2013 at 12:41

    è stato molto onesto
    ovviamente la frase del bus ci sta
    pero presa cosi .. serve solo a fare gossip

  7. Maxfunkel

    28 Maggio 2013 at 13:21

    TOGLIAMO A MONACO VALIDITA’ PER LA CLASSIFICA MONDIALE E VEDRETE CHE SI SCATENERANNO…

  8. Maxfunkel

    28 Maggio 2013 at 13:23

    Adesso ditemi voi se questa foto non è ridicola… bocca aperta in una smorfia da ebete e occhiali stile “ciclope” di x men… ma la redazione ci gode a metterlo in ridicolo più di quanto facciamo noi eh? ah ah ah

  9. Pedro33

    29 Maggio 2013 at 02:12

    ho sempre pensato che montecarlo sia una gara di una paranoia unica…. ma domenika ha tokkato il fondo una giornata di merxa, un gran premio skifoso e una pista ridicola…. le gare di f1 sono fatte per vedere i sorpassi non per vedere i trenini!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati