Vettel: “Se tolgono Monza ci strappano il cuore”

"Il miglior secondo posto di sempre"

Vettel: “Se tolgono Monza ci strappano il cuore”

Lo aveva sognato e desiderato il podio di Monza Sebastian Vettel e il sogno oggi è diventato realtà. Il pilota della Ferrari ha chiuso il Gran Premio di Italia alle spalle del vincitore Lewis Hamilton, dopo essere riuscito a mantenere la seconda posizione per tutti i 53 giri previsti.
Partito dalla terza piazza, il tedesco ha sfilato subito il compagno di squadra Raikkonen – inchiodato alla partenza – amministrando al meglio gomme e vantaggio sugli avversari dietro di sé, le Williams prima e quindi Rosberg, ritiratosi poi comunque a due giri dalla fine.
Vettel conquista così un’altra impresa per il Cavallino, quella che purtroppo oggi non è riuscita al povero Kimi, regalando alle migliaia di tifosi in rosso una domenica indimenticabile nella gara di casa.

In conferenza stampa Vettel ha subito parlato della partenza e di come abbia lasciato spazio a Lewis alla curva 1. “Ho dovuto farlo” ha dichiarato il tedesco. “Ero all’esterno quindi sarebbe stato difficile. Ci sono andato un po’ pesante con i freni ma ho dovuto dargli strada. Quella curva è insidiosa. Nel corso degli anni abbiamo visto come si può sbagliare quindi sono felice di essere riuscito a cavarmela. Mi sono concentrato sull’uscita. Poi alla seconda curva Lewis è uscito molto bene quindi era dura prenderlo. Credo che a un certo punto fossimo simili, lui era solo 1 decimo più veloce per uno o due giri, allora ho pensato che ci fosse una chance per chiudere il gap ma poi è stato come se avesse trovato un secondo bottone e fosse volato via”.

“Io, Felipe credo e anche gli altri dietro di me faticavamo con le gomme e quindi perdevamo terreno nei confronti di Lewis che invece ha continuato a fare quello che aveva fatto nei primi giri”, ha spiegato il quattro volte iridato. “E’ stato abbastanza incredibile starlo a guardare e non avere la possibilità di stargli vicino. Dopo l’inizio abbiamo fatto una gara abbastanza isolata ma sapevo di dover continuare a spingere. Visto il passo di Lewis sapevo che Nico dietro avrebbe potuto avvicinarsi facilmente. Alla fine così è stato, stava chiudendo il gap su di me. Stava diventando sempre più dura ma penso che ce l’avremmo fatta a tenerlo dietro comunque, anche se non si fosse ritirato”.

Vettel ha voluto ringraziare i fan ancora una volta, ricordando inoltre come la gara di Monza non debba essere cancellata: “Alla fine è abbastanza semplice; questo è il miglior secondo posto di sempre. L’emozione sul podio qui è incredibile. Se togliamo questa gara dal calendario per una schifosa questione di soldi penso sia come se ci strappassero il cuore. Noi siamo qui, noi corriamo ed è per tutto questo che ne vale la pena. E’ per questo che siamo qui. Tu sei schierato in griglia, tu guardi a sinistra e a destra, la gente è felice di poter fare parte di tutto ciò ed è questo che dà un senso alla nostra giornata. E’ incredibile. Quindi grazie per queste emozioni da parte di tutto il team Ferrari. Grazie”.

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

9 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati