Un weekend al di sotto delle aspettative per la Renault

Un weekend al di sotto delle aspettative per la Renault

Nick Heidfeld ha dichiarato che sperava di più nel Gran Premio d’Europa a Valencia, dopo aver concluso la gara al decimo posto. Il tedesco è finito doppiato dopo una partenza scarsa, non riuscendo a sorpassare la Force India di Adrian Sutil.

Heidfeld ha ammesso di non aspettarsi di finire dietro ad una Force India o ad alla Toro Rosso di Jaime Alguersuari.

“Quello che è ci ha penalizzato è stata la partenza. Ho perso una posizione rispetto ad Arian e ho dovuto lottare per non perderne di ulteriori. Ho concluso la gara più o meno nella posizione in cui sono stato gran parte del tempo”.

“Sono riuscito a sorpassarlo una volta, ma poi ha utilizzato il DRS per superarmi e sfortunatamente non ero in grado di sorpassarlo. E’ un ulteriore punto per la squadra, ma non mi aspettavo di finire dietro una Force India ed una Toro Rosso”.

Il tedesco ha aggiunto che il divieto degli scarichi soffiati in vigore dal prossimo Gran Premio aiuterà il proprio team.

“Dopotutto, abbiamo spinto al massimo, ma non siamo stati in grado di tirare fuori il ritmo che volevamo dalla monoposto. Rimaniamo ottimisti, perché Silverstone è un circuito pieno di curve veloci e la nostra macchina va forte in quelle condizioni”.

“Vedremo come le nuove regole influiranno sulla nostra macchina, ma penso che avranno un impatto positivo sulla squadra”.

Il compagno di squadra Vitaly Petrov è anche lui deluso del risultato, finendo 15°, dato che le gomme non hanno avuto la durata sperata.

“Certo che sono deluso dalla gara di oggi. Sono rimasto sorpreso di come le gomme non durassero molto per noi, dato che alcuni concorrenti sono riusciti a fare solo due pit stop anziché tre”.

“Sappiamo che il ritmo della monoposto non era perfetto e la gara ha evidenziato che dobbiamo lavorare parecchio, perché dovremmo finire con facilità nella top ten”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

20 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati