Un weekend al di sotto delle aspettative per la Renault

Un weekend al di sotto delle aspettative per la Renault

Nick Heidfeld ha dichiarato che sperava di più nel Gran Premio d’Europa a Valencia, dopo aver concluso la gara al decimo posto. Il tedesco è finito doppiato dopo una partenza scarsa, non riuscendo a sorpassare la Force India di Adrian Sutil.

Heidfeld ha ammesso di non aspettarsi di finire dietro ad una Force India o ad alla Toro Rosso di Jaime Alguersuari.

“Quello che è ci ha penalizzato è stata la partenza. Ho perso una posizione rispetto ad Arian e ho dovuto lottare per non perderne di ulteriori. Ho concluso la gara più o meno nella posizione in cui sono stato gran parte del tempo”.

“Sono riuscito a sorpassarlo una volta, ma poi ha utilizzato il DRS per superarmi e sfortunatamente non ero in grado di sorpassarlo. E’ un ulteriore punto per la squadra, ma non mi aspettavo di finire dietro una Force India ed una Toro Rosso”.

Il tedesco ha aggiunto che il divieto degli scarichi soffiati in vigore dal prossimo Gran Premio aiuterà il proprio team.

“Dopotutto, abbiamo spinto al massimo, ma non siamo stati in grado di tirare fuori il ritmo che volevamo dalla monoposto. Rimaniamo ottimisti, perché Silverstone è un circuito pieno di curve veloci e la nostra macchina va forte in quelle condizioni”.

“Vedremo come le nuove regole influiranno sulla nostra macchina, ma penso che avranno un impatto positivo sulla squadra”.

Il compagno di squadra Vitaly Petrov è anche lui deluso del risultato, finendo 15°, dato che le gomme non hanno avuto la durata sperata.

“Certo che sono deluso dalla gara di oggi. Sono rimasto sorpreso di come le gomme non durassero molto per noi, dato che alcuni concorrenti sono riusciti a fare solo due pit stop anziché tre”.

“Sappiamo che il ritmo della monoposto non era perfetto e la gara ha evidenziato che dobbiamo lavorare parecchio, perché dovremmo finire con facilità nella top ten”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

20 commenti
  1. r26

    26 Giugno 2011 at 18:32

    non capisco xche la vettura sul lento fatica cosi tanto mentre sul veloce va forte eppure l’anno scorso era il contrario cmq speriamo che a sirvestone si inverti questa tendenza

  2. nico

    26 Giugno 2011 at 19:23

    oltre al fatto che sono stufo di questi pilota fanno veramente cagare non è possibile,di questo passo finiremo non silo dietro la mercedes,ma williams .toro rosso,etc.

  3. Fabien

    26 Giugno 2011 at 20:17

    purtroppo nn è più la vera Renault F1 E DOBBIAMO rasegnarci e sperare che aumenti l’imoegno della casa ufficiale, ma chissà quando con sto Ghosn del cavolo… oltretutto sti due piloti sono mediocri veramente. 🙁

  4. liuk

    26 Giugno 2011 at 22:35

    guardate ke le colpe nn sono dei piloti ma della monoposto…… e semmai dovete propio criticare qualcuno quello non deve essere heidfeld perchè,a confronto di petrov, almeno lui ha dato il massimo

  5. heidfeld

    27 Giugno 2011 at 07:01

    Fatemi capire cosa avrebbe fatto la renault se ieri l’avesse guidata il pilota più bravo del mondo diciamo un vettel..e fatemi capire cosa farebbe heidfeld se guidasse una red bull..

  6. Nick the Quick

    27 Giugno 2011 at 08:23

    Qui non si parla di piloti ma di mancanza di fondi. Le Renault viaggiano a 1.8 secondi dalle Red Bull e a 5 o 6 decimi dalle Mercedes, rendendo impossibile fare meglio di un 9° posto. Non credo esista pilota al mondo, a parità di mezzo, che riesca ad andare 7 decimi più forte di Heidfeld, quindi con questa macchina non si va da nessuna parte.

  7. Fabien

    27 Giugno 2011 at 08:54

    quoto nick the quick, anche se i piloti sono veramente un punto critico insieme al resto.

    ciao

  8. fede

    27 Giugno 2011 at 09:26

    Vedere come guidava ieri Petrov è stato avvilente.

  9. Mattia

    27 Giugno 2011 at 10:26

    Heidfeld non ha fatto una buonissima gara ieri. Sarebbe potuto arrivare davanti ad Alguersuari e a Sutil, ma comunque è riuscito ad arrivare a punti.
    Petrov ha fatto una pessima gara e partire con le gomme medie non è stata certo un’ottima scelta.

  10. Kliton

    27 Giugno 2011 at 11:24

    Per me sono tutte scuse,la machina c’e’,e lo abbiamo visto all inizio campionato con due podi ma dopo e il pilota che la deve svilupare ulteriormente,se c’era Kubica sarebbe ancora meglio,la monoposto e innovativa ma si deve svilupare di piu’adesso io penso che vieterano i diffusori soffiati la Renault avra’ un vantaggio enorme xche’ i suoi scharichi non soffiano subito sul diffusore ma nel centro chi ne risentira e la RedBull e la Mc Laren

  11. Ivan91

    27 Giugno 2011 at 14:43

    Io concordo con Heidfeld nei commenti!
    date ad Heidfeld la Red Bull e a Vettel la Renault vediamo come va a finire!
    già dalle qualifiche io avevo intuito che nella gara non potevano fare molto..!
    infatti Petrov a punti non ci è arrivato!
    Heidfeld è arrivato 10°… peccato per i punti persi in Canada per Heidfeld che in quella pista ha fatto sempre bene ma Kobayashi ci ha messo del suo …

  12. r26

    27 Giugno 2011 at 18:07

    ragazzi l’anno scorso la renault ha avuto un tasso di svilluppo elevatissimo a livello di red bul ferrari e mclaren e piu elevati di mercedes infatti la r30 era partita da bharein che si beccava 2 secondi dalla vetta ed è arrivata a spa che si giocava la pol con kubica mentre quest’anno e partita che si poteva giocare il podio senza ploblemi e dopo sette gare è arrivata che fatica ad entrare in top ten tutto cio e dettato che l’anno scorso cera un pilota che sapeva come fare il lider un pilota che non si accontentava mai e voleva sempre di piu dal suo team che sin dal primo giorno di test disse questa macchina e troppo sottosterzante dobbiamo risolvere questo ploblema da subito mentre i piloti di quest’anno quando venivano intervistati e gli chiedevano cme si comportava la vettura non sapevano nemmeno rispondere

  13. Ivan27

    27 Giugno 2011 at 18:44

    @r26 : Kubica non si discute, ma guarda che lo scorso anno dopo Valencia, nona gara del campionato, aveva 83 punti (media 9.2 punti per gara); nelle successive 10 gare ha fatto solo 53 punti (media 5.3 punti per gara)…non mi pare sia un trend di sviluppo pari a Red Bull o Mclaren.
    La realtà è che non ci fu adeguato sviluppo nemmeno lo scorso anno, il pilota conta ma senza i soldi per gli sviluppi non si va lontano.

  14. r26

    27 Giugno 2011 at 19:13

    la renault dal bharein a spa ha recuperato 3 secondi al giro su se stessa a detta del direttore tecnico allison e 3 secondi al giro col budbet che si ritrova la renault non ti sembra uno sviluppo adeguato e normale che non poteva totalizare lo stesso punteggio delle red bul xche è partita con un base di monoposto di gran lunga inferiore alla red bul per totalizare la stessa media punteggi doveva avere un tasso di sviluppo che era almeno il doppio delle lattine

  15. Fre

    27 Giugno 2011 at 21:00

    adesso arrivano circuiti come silverstone, nurburgring, monza, spa… qualcuno rivaluterà heidfeld…

  16. heidfeld

    27 Giugno 2011 at 23:07

    a sentire qualcuno il fatto che la macchina migliori dipende dalle capacità del pilota..ne deduco che schumacher non vale niente visto che la mercedes sono 30 gp che fa ridere e hanno budget infinitamente superiore alla renault..
    Dato che non penso schumacher sia un asino mi viene da pensare che il pilota senza test non può fare granchè…possono molto di più gli ingegneri e i soldi

  17. PROST

    27 Giugno 2011 at 23:22

    Heidfeld @

    ma uno come cazzo può fare il tifo per Heidfeld la risposta è molto semplice verso l’altro tuo post, vincerebbe webber

  18. heidfeld

    28 Giugno 2011 at 12:54

    Caspita che intellegenza superiore..mi inchino al tuo pensiero

  19. Hiko

    28 Giugno 2011 at 16:05

    Che delusione!
    Non so di chi sia la colpa, ma ogni gara è sempre peggio…

  20. fabrizio

    28 Giugno 2011 at 20:48

    @Fabien

    Guarda che Renault e’ uscita completamente dal capitale azionario del team gestito da Lopez.Quindi Ghosn(che ha sempre visto negativamente l’impegno in F1)non ha colpe in tutto cio’ che sta succedendo.

    A mio parere la situazione di questa stagione e’ da ascrivere ad una mancanza di dialogo costruttivo tra i piloti ed i tecnici.Lo scorso anno la renault parti’ da una base tecnica molto limitata(lottavano con Force India e Williams..fecero si tanti punti come dive Ivan27 ma se andiamo a vedere bene sono state gare particolari in cui..o c’erano condizioni meteo che esaltavano Kubica o si correva su piste tipo Monaco dove Robert ha sempre fatto faville)..il team e’ cresciuto molto nella seconda parte di stagione con un F-Duct tra i migliori…quest’anno la reanault all’inizio era li li con la Ferrari poi si sono plafonati…e visto che la squadra di solito sa’ come far crescere un progetto,a mio parere manca chi lo sappia indirizzare nel verso giusto.Il pilota deve farsi costruire la vettura per rendere al massimo ma deve sapere cosa vuole e che input dare ai suoi tecnici.Kubica lo sapeva fare sia nel 2010 sia negli anni BMW…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati