Schumacher: “La concorrenza tra Pirelli e Michelin porterà pneumatici decenti”

E' ancora polemica tra l'ex ferrarista e le mescole della Pirelli

Schumacher: “La concorrenza tra Pirelli e Michelin porterà pneumatici decenti”

Michael Schumacher ha detto la sua sul ritorno della Michelin in F1 e dopo le sue critiche alla Pirelli è convinto che una nuova “guerra delle gomme” porterebbe vantaggi alla F1.

La tedesca Auto Bild ha rivelato che il presidente della FIA Jean Todt sarebbe propenso a vedere un ritorno Michelin allo sport agonistico. Il produttore francese ha categoricamente dichiarato che sarebbe disposto a tornare in F1 solo se le regole venissero modificate per consentire ai costruttori di pneumatici di competere l’uno contro l’altro. Durante il forum dei fan della FOTA a Stoccarda ieri, il sette volte campione del mondo ha ammesso che anche lui vorrebbe vedere ancora una volta una concorrenza per le gomme. “Sono assolutamente favorevole all’arrivo di un altro produttore, perché allora potremmo finalmente avere gomme decenti”, ha detto il 43enne tedesco della Mercedes.

Nelle scorse settimane l’ex ferrarista era stato sorpreso più volte a criticare le mescole della Pirelli, definendo l’esperienza di guidare la sua Mercedes “come guidare sui gusci delle uova”. Dal canto suo la Pirelli, per bocca del direttore del settore Motorsport Paul Hembery, ha sempre ribadito che le mescole riflettono le specifiche scelte dalla FIA per migliorare lo spettacolo e rendere le gare più avvincenti. L’arrivo della Michelin potrebbe di fatto interrompere questa situazione di incertezza assai divertente per il pubblico, meno per i piloti. Tuttavia la F1 va nella direzione dello spettacolo e dell’intrattenimento e lo stesso tedesco è favorevole a un aumento delle gare a più di 20 Gran Premi a stagione. “Penso che ci sono 34 giorni di partite di calcio che vengono guardati in televisione con la Bundesliga”, ha detto Schumacher facendo riferimento alla Serie A tedesca. “Penso che ci sia ancora spazio per altre gare di F1 in tv”. Ma Schumi, abituato a vincere i campionati a metà stagione, non immagina che ci potrebbe essere ben poco interesse per un tifoso nel vedere 22 o 24 GP dominati dal Vettel di turno, come accadde lo scorso anno.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

23 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati