Rosberg: “Ho perso la pole per un nonnulla”

"Ma sono pronto a mettere pressione a Lewis"

Rosberg: “Ho perso la pole per un nonnulla”

Si dice che “per un punto Martin perse la cappa”, e lo sa bene Rosberg, che a posteriori si mangia un po’ i guanti per una pole persa per poco più di un soffio. Il pilota Mercedes anche questa volta ha dovuto far spazio al più veloce compagno di squadra, e domani partirà dalla piazza d’argento.
Il tedesco spera però di riscattarsi alla domenica, grazie a una vettura che si è comportata comunque molto bene in questi giorni e a una buona gestione degli pneumatici, chiavi d’accesso a una gara da chiudere – si spera – sul gradino più alto del podio.

“Sono insoddisfatto e frustrato per il risultato di oggi in Qualifica, perché arrivare secondo per un centesimo di secondo significa praticamente nulla. Nella fase finale ero riuscito a mettere insieme un buon giro, ma con il senno di poi è sempre facile dire avrei potuto fare meglio di così”, ha ammesso un po’ amareggiato il vice campione del mondo.

“Comunque sia, questa è la posizione in cui mi trovo al momento, e mi tocca prenderne atto, rimanendo comunque fiducioso in vista della gara di domani. In questi giorni, il lavoro di set up sulla vettura si è concentrato sul passo gara e so anche che le gomme saranno decisive nella sfida di domani. Sono pronto a mettere tutta la pressione necessaria su Lewis davanti a me”, ha concluso Nico.

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

2 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati